“Stupore nel vedere un’altra volta tutto questo”: attacco alla D’Urso e querela per Delle Piane, è faida in Mediaset

0
492

La Fascino PGT, società gestita da Maria De Filippi, passa all’attacco dopo che Pietro Delle Piane ha dichiarato di aver finto a Temptation Island.

Ieri sera tra gli ospiti di Live non è la D’Urso c’era anche Pietro Delle Piane, ex partecipante di Temptation Island. Parlando proprio della sua partecipazione al reality, questo ha dichiarato di aver recitato una parte, sostenendo che tutto il programma in realtà sarebbe basato sulla finzione. Una dichiarazione bomba, peraltro riguardante uno dei programmi di punta della rete, che ha immediatamente scatenato la reazione della Fascino Srl, società che si occupa della produzione e della gestione del programma.

Che l’azienda di Maria De Filippi avesse preso decisamente male le parole di Pietro e la decisione della D’Urso di mandarlo in onda in diretta nazionale, lo si era capito poco dopo lo stacco pubblicitario. Quando la trasmissione è tornata in onda, infatti, la conduttrice ci ha tenuto a precisare che la posizione espressa dall’ospite non corrispondeva in alcun modo a quella sua e del programma.

Leggi anche -> Pietro Delle Piane: “A Temptation Island ho recitato un ruolo”. Barbara D’Urso prende le distanze

Faida in Mediaset tra De Filippi e D’Urso dopo le affermazioni di Pietro Delle Piane

La mattina dopo l’accaduto, la stessa società ha pubblicato un comunicato nel quale informa di aver provveduto a denunciare l’ex partecipante di Temptation Island: “La Società Fascino PGT, apprese le dichiarazioni rese dal Sig. Pietro Delle Piane in merito alla Sua partecipazione a ‘Temptation Island’ nel corso della trasmissione ‘Live non è la D’urso’, andata in onda ieri 14 marzo 2021 e dal seguente contenuto: ”È uno show, non è la vita. Lì ho recitato un ruolo”, contesta fermamente la veridicità di tale grave esternazione che mette in dubbio l’autenticità del programma ‘Temptation Island’. La Fascino PGT informa quindi, di aver dato mandato ai propri legali al fine di tutelare l’immagine ed il buon nome della società stessa”.

Nel comunicato non viene risparmiata una critica anche al programma (e di conseguenza chi lo gestisce) che ha mandato in onda un’accusa del genere riguardante una trasmissione che va in onda sulla stessa emittente: “Rimane lo stupore di vedere per l’ennesima volta tutto questo all’interno di programmi Mediaset con per altro tardive precisazioni arrivate solo dopo aver appreso dell’imminente denuncia”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da WittyTV (@wittytv)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here