La top 5 dei singoli di Zucchero più ascoltati all’estero: da Wonderful Life a Diavolo in Me

0
331
zucchero fornaciari

Come ogni venerdì sera torna l’appuntamento con Carlo Conti e la sua ‘Top 10’. Stasera l’ospite d’eccezione è Zucchero Fornaciari, un gigante della musica italiana.

Nonostante vanti una carriera altisonante, il cantante non ha intenzioni di fermarsi e ha annunciato l’uscita di un nuovo disco ‘Inacustico D.O.C and more’, primo album dell’artista emiliano interamente in acustico.

Ma in attesa del nuovo progetto artistico, ripercorriamo assieme alcuni suoi successi indimenticabili.

LEGGI ANCHE => “La voce roca mi venne…”: Gianna Nannini si racconta a Carlo Conti, storia di una voce iconica

Un talento sconfinato (e apprezzato oltre i confini)

Zucchero è un cantante apprezzatissimo non solo in Italia.

Lo testimonia il fatto che la sua racconta di singoli del 1996 ‘The Best of Zucchero Sugar Fornaciari’s Greatest Hits’ è stata pensata in diverse edizioni per venire incontro ai diversi mercati nazionali (e conquistò dischi d’oro, di platino e di diamante un po’ ovunque).

Aspettando la classifica di Carlo Conti circa il gusto degli italiani (o almeno supponiamo sarà questa la top 10 che lo riguarderà), vediamo quali sono le canzoni di Zucchero che più hanno colpito l’immaginario mondiale.

Wonderful life, 2007

Si conferma al primo posto dei singoli più apprezzati di Zucchero, in Francia, Olanda, Gran Bretagna e Spagna, il singolo Wonderful life. Una cover del brano di Black, ma con la firma inconfondibile di Zucchero Fornaciari.

Senza una donna, 1987 

Un brano molto intimo e, purtroppo, profetico. Dedicato al’ex moglie, Angela Figliè, il brano è stato scritto quando i due ancora si amavano. Il cantante si immaginò una vita senza la compagna.

Nel 1991 è stato annunciato il duetto con Paul Young con il titolo Senza una donna (without a woman). Il duetto ha raggiunto la vetta della prestigiosa classifica Eurochart Hot 100 Singles, storica classifica musicale compilata dalla rivista Music & Media da marzo del 1984 all’11 dicembre 2010 (e quella di Zucchero è una delle due canzoni di artisti italiani ad aver raggiunto tale risultato nella storia).

Baila, 2001

Uno dei singoli di maggior successo è senza dubbio Baila, conosciuto anche come Baila morena. Il singolo debutta direttamente in prima posizione e non solo in Italia, ma anche in Francia. In Belgio arriva al terzo posto e in Svizzera al decimo, stando però diverse settimane in classifica. Nel 2006 è stato il singolo più venduto in Francia.

LEGGI ANCHE => “Una disavventura che ti cambia profondamente”: Carlo Conti e l’esperienza covid

Donne, 1985

Lato A del quarto 45 giri del cantante, il brano fu presentato a Sanremo di quell’anno, senza ottenere un buon piazzamento. Arrivò penultimo, ma vinse il ‘festival delle radio’.
Mille cover e duetti, eppure lo stesso cantautore non la esegue più nei live: il testo è troppo ‘leggero’ e lui non lo condivide più. Se in Italia, complice Sanremo, non arrivò mai ai piani alti delle classifiche, in Messico arrivò addirittura terzo e ci rimase per tutto l’anno.

Diavolo in me, 1989 (1994 la versione in castigliano)

Sempre il Messico è il teatro in cui la canzone ‘Diavolo in me’ ha riscosso maggior gradimento, rimanendo primo in classifica per diverso tempo. Infatti nella raccolta destinata al mercato latinoamericano ‘Diamante’ è contenuta una particolare versione spagnola del brano, ‘El diablo en mi’.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here