Incidente a mezz’aria in Florida: scontro in volo durante un lancio, muore un paracadutista

0
796
daugherty carl

Secondo quanto riportato dalla polizia di DeLand, in Florida, un uomo è morto a seguito di un incidente di paracadutismo. Gli agenti che sono accorsi nei pressi dell’aeroporto di DeLand, attorno alle 10 del mattino, hanno trovato il corpo dell’uomo che non rispondeva a nessuno stimolo. A questo punto l’uomo è stato identificato dagli agenti come Carl Daugherty di 76 anni.

Leggi anche -> Si lancia dall’aereo ma il paracadute non si apre. Tragica morte per un uomo di 30 anni

Secondo quanto è stato ricostruito dalla polizia Carl Daugherty era partito con un gruppo di 15 persone che sono decollate da un Cessna Caravan alle 9.45 dallo Skydive di DeLand. Sempre secondo gli investigatori Daugherty stava facendo paracadutismo con un altro uomo e mentre stavano scendendo a terra i due avrebbero fatto delle curve opposte l’una all’altra andando a scontrarsi a mezz’aria.

Il compagno con cui Daugherty stava facendo paracadutismo è riuscito a liberarsi dal groviglio dei due paracaduti, ma Daugherty aveva già perso i sensi, precipitando quindi in una spirale senza alcun controllo. Quando i soccorsi hanno cercato di prestare soccorso a Daugherty ormai non c’era più nulla da fare.

Carl Daugherty aveva 50 anni di esperienza e 20.000 lanci all’attivo

Scott Lazarus, responsabile della United States Parachute Association, ha dichiarato che Carl Daugherty ha avuto un grande impatto su migliaia di persone. Infatti Daugherty faceva paracadutismo da 50 anni e all’attivo aveva circa 20.000 lanci, cifra davvero notevole e non di poco conto.

Lazarus ha dichiarato che spera un giorno di diventare come lui “con l’avanzare degli anni, perché rappresenta la bellezza di questo sport“. Si pensa che la figlia di Daugherty porterà avanti l’eredità lasciata dal padre nel paracadutismo.

Scott Lazarus ha inoltre riferito alla stampa che è davvero importante per tutti i paracadutisti portare avanti storie che hanno avuto un bellissimo impatto, come quella di Carl Daugherty, alle future generazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here