Caso Denise Pipitone, nuovi documenti esclusivi e una clamorosa somiglianza dall’Ecuador

0
1210

Aggiornamenti sul caso Denise Pipitone: Chi l’ha visto? è in possesso di nuovi documenti, dall’Ecuador arriva una clamorosa segnalazione.

Il programma di Rai Tre, Chi l’ha visto?, sta continuando ad indagare sul caso Denise Pipitone. Da quando è arrivata la prima segnalazione di possibile avvistamento in Ucraina, il programma ha cominciato ad ripercorrere tutte le prove analizzate durante il primo processo e a cercarne delle altre al fine di agevolare la soluzione di una scomparsa che a 17 anni di distanza rimane senza risposta.

Proprio dalla ricerca di nuove possibili prove sono emersi dei documenti inediti che verranno mostrati in esclusiva questa sera. L’annuncio è stato fatto sulle pagine social del programma, ma al momento non ci sono anticipazioni sul contenuto degli stessi. Come detto, inoltre, si stanno analizzando le testimonianze e le prove del primo processo per capire se c’è qualcosa che è sfuggito e cosa. Particolare interesse è nato sulle rivelazioni di Battista Della Chiave e su quel cavalcavia da lui indicato, sarà l’indizio decisivo per intraprendere la pista giusta?

Leggi anche ->Denise Pipitone, il colpo di scena: indagati Anna Corona e Giuseppe Della Chiave

Caso Denise Pipitone: segnalazione dall’Ecuador

In queste settimane le indagini hanno portato i sospetti nuovamente su Anna Corona ed è notizia recente che proprio la donna e Giuseppe Della Chiave sono indagati per la scomparsa della bambina. Questa mattina a Storie Italiane è stata mostrata un’intervista alla collega della donna che le ha fornito l’alibi 17 anni fa, nella quale la donna ammette di aver falsificato la sua firma sul foglio d’uscita.

Leggi anche ->Denise Pipitone, al puzzle si aggiunge il tassello delle misteriose sim telefoniche

Mentre emergono nuovi dettagli sul caso, dall’Ecuador è arrivata un’altra segnalazione. Dal Paese sudamericano è giunta la foto di una ragazza che somiglia alla bimba scomparsa e che potrebbe dunque essere lei. La Procura sta indagando sull’ennesima segnalazione di quest’ultimo periodo, ma c’è anche in questo caso la possibilità che si tratti di un buco nell’acqua.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here