Licenziata per la pandemia, rischia di dover vendere tutto: grazie a OnlyFans guadagna ora 10k al mese

0
819
Grace Taylor

Quando la 28enne Grace Taylor ha perso – in piena pandemia – il suo lavoro come project manager ha quasi dovuto impegnare casa. Ma poi non si è data per vinta e ha trovato una soluzione al suo problema.

Grazie alla vendita dei suoi nudes, riesce a raggiungere la cifra esorbitante di 10mila dollari al mese, con la buona pace dell’azienda di telecomunicazioni che l’ha licenziata.

Da project manager a sex worker

Quando la pandemia non era ancora iniziata, la 28enne neanche aveva OnlyFans.

Era una project manager di successo e mai si sarebbe sognata di diventare una lavoratrice sessuale. Così, deve aver titubato un po’ quando all’inizio del 2020 ha visto un annuncio di una compagnia chiamata Studio 66 che cercava “modelle webcam”. Eppure, il coraggio e la curiosità di cliccare sulla pubblicità in questione le hanno cambiato decisamente la vita.

LEGGI ANCHE => Onlyfans: che cos’è il social network senza censura di cui hanno parlato le Iene

Alla prima diretta, con un spettacolo di sole due ore ha guadagnato ben 350 dollari.

Dopo poche settimane è arrivato il licenziamento (per lei e altri 10 colleghi dell’azienda, in piena crisi pandemica) e ha voluto ricontattare l’azienda per sapere di più circa i possibili turni, oltre a scoprire OnlyFans.

E per lei la vita è rapidamente cambiata: come riporta il Daily Star, la ragazza guadagna oltre 10.000 sterline al mese e si è potuta permettere una Jaguar F-Type da 60.000 sterline.

Miracoli di OnlyFans (dove la ragazza vende l’abbonamento al suo profilo per 7 dollari al emse).

OnlyFans: un business in crescita

Grace Taylor non è la sola modella che ha cominciato a lavorare per la piattaforma tra il 2020 e il 2021.

Anzi, OnlyFans ha avuto una crescita esponenziale di iscritti e di lavoratori, in un boom di contenuti erotici più o meno amatoriali come mai si era visto prima d’ora. Complice anche il lockdown e le restrizioni che non permettono molte interazioni sociali, moltissimi utenti preferiscono rifugiarsi nei contenuti mediati da uno schermo.

E questo a vantaggio di Grace Taylor e altre modelle come lei, ma non solo. Perché attorno a ogni singola modella, esiste un mondo organizzativo e un giro di denaro spaventoso. Ci sono gli utenti addetti alla pubblicità, gli utenti che scambiano i followers, quelli che offrono altre opportunità di lavoro. Insomma, si tratta di una realtà in sviluppo e veloce cambiamento, che già ha rivoluzionato il modo di intendere porno et similia.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here