Stop Astrazeneca per gli Under 60 dopo la morte della 18enne Camilla

0
1009
astrazeneca

La 18enne Camilla Canepa non ce l’ha fatta. La ragazza era stata ricoverata all’ospedale di San Martino di Genova con una grave trombosi al seno cavernoso e con un’emorragia cerebrale. Camilla aveva ricevuto il vaccino Astrazeneca il 25 maggio, dopo aver partecipato all’open day che in Liguria permetteva ai giovani over 18 di poter ricevere il tanto discusso vaccino.

Leggi anche -> AstraZeneca, ancora dubbi dopo i casi di trombosi: l’indicazione degli scienziati

A questo punto, subito dopo la morte di Camilla, i dubbi circa l’Astrazeneca erano sorti all’interno della stessa comunità scientifica, in merito all’inoculazione del vaccino ai giovani e in particolare alla giovani donne.

La sindaca di Sestri Levante ha annunciato la morte di Camilla esprimendo tutto il dolore e la vicinanza dell’amministrazione comunale e della comunità alla famiglia della ragazza.

In merito alla vicenda di Camilla si è espresso anche il Governatore della Regione Liguria, Giovanni Toti, che ha affermato che questo “non è il momento dello sciacallaggio, ma il momento della responsabilità“. Il Governatore ha affermato che l’Astrazeneca ai giovani non è “un’invenzione delle Regioni” bensì “un suggerimento che arriva dai massimi organi tecnico-scientifici per aumentare le vaccinazioni, e quindi evitare più morti”.

Il Governatore Toti chiede chiarezza, il Cts raccomanda Astrazeneca solo agli over 60

Ma Toti chiede anche chiarezza perché il vaccino Astrazeneca ha cambiato cinque volte la destinazione nell’arco di tre mesi: solo sotto i 50 anni, poi sospeso; solo sopra i 60 anni, poi per tutti.

Su questo punto il Comitato Tecnico Scientifico in queste ore starebbe propendendo per l’inoculazione del vaccino Astrazeneca solo per gli over 60, quindi bloccando la vaccinazione con questo tipo di vaccino agli under 60. Nonostante resti il fatto che chi ha fatto la prima dose con un certo tipo di farmaco, sarebbe bene che facesse la seconda dose sempre con lo stesso.

Infine in queste ore è arrivata anche la decisione dei genitori di Camilla di donare gli organi che verranno espiantati dal corpo della giovane. Da quanto si è appreso saranno cinque i malati che beneficeranno degli organi di Camilla.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here