Meteo fine giugno, cosa aspettarci? Folli temperature (ma non solo)

0
997

Le previsioni meteo di questo fine giugno mostrano una continuità con le temperature avute la settimana scorsa, ma anche qualche sorpresa.

La prima settimana di estate qui in Italia è stata caratterizzata da un clima decisamente rovente. L’anticiclone sub sahariano proveniente dall’Africa ha invaso il nostro territorio portando ad un aumento brusco delle temperature che hanno superato in alcuni casi anche i 40°. Il fine settimana appena concluso aveva fatto sperare che l’ondata di caldo africano fosse stata solo una breve parentesi, ma la verità è che anche questa seconda settimana d’estate, l’ultima di giugno e la prima di luglio, sarà caratterizzata da temperature decisamente estreme, al di sopra delle medie del periodo.

Già oggi, lunedì 28 giugno, c’è stato un nuovo innalzamento delle temperature con massime di 38° a Palermo, 36° in Lazio e Toscana e 35° in Emilia Romagna. Il caldo aumenterà ulteriormente nei prossimi giorni con punte di 40-41° in Calabria e Puglia e addirittura 45° in Sicilia (nella provincia di Siracusa e nell’entroterra siculo). Queste saranno anche le temperature di mercoledì 30 giugno e giovedì 1 luglio. Un lieve abbassamento di temperatura lo si dovrebbe avere invece nel fine settimana.

Leggi anche ->Tra il 2021 e il 2025 un anno batterà tutti i record: la previsione shock dei meteorologi

Meteo fine giugno e inizio luglio: peggioramento drastico ad inizio della prossima settimana

Mentre quasi tutta l’Italia sarà stretta dalla morsa del caldo, in Valle d’Aosta, sulle Alpi occidentali e nel varesotto sono previsti temporali sia oggi che nella giornata di domani. Sempre al nord mercoledì sono previsti temporali sulla parte montuosa della Lombardia, sul Trentino Alto Adige, sull’Alto Veneto e sulle Alpi Friulane. Il maltempo potrebbe riguardare tutta l’Italia a partire dalla prossima settimana.

Leggi anche ->Cambiamento climatico, desertificazione o nuova era glaciale: quale futuro per la nostra terra?

Secondo quanto suggerito dai modelli attuali, infatti, le correnti provenienti dall’Europa orientale si abbatteranno sull’Italia, in prevalenza sulle regioni adriatiche. Proprio lo scontro tra le correnti calde africane e quelle fredde europee potrebbe portare a fenomeni temporaleschi su tutto il territorio. Le piogge comporteranno anche un calo delle temperature.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here