“Non devono dormire sogni tranquilli”: incendi in Abruzzo, si aggrava la situazione – VIDEO E FOTO

0
410
incendi-in-abruzzo

Nel pescarese una serie di incendi stanno devastanto la zona boschiva da giorni, alimentati dal caldo torbido che ha colpito tutta la provincia di Pescara

Ancora fiamme in provincia di Pescara, in particolar modo nella zona di Roccamorice nella valle della giumentina, dove diversi incendi stanno bruciando interi ettari di zona boschiva. A peggiorare la situazione l’ondata di caldo che ha colpito tutta la zona del pescarese, e che ha reso l’intervento dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Pescara ancora più arduo.

Anche la giornata di oggi è stata letteralmente di fuoco, con incendi che si sono propagati in diverse zone e che hanno reso necessario l’intervento di un Canadair che negli scorsi giorni è decollato da Ciampino dopo l’incendio notturno che si è sviluppato nella zona di Alanno, nello specifico in contrada Oratorio. Fortunatamente questo rogo è stato domato dopo poche ore.

A rendere più drammatica la situazione di Roccamorice il fatto che gli incendi si siano propagati nella zona del Parco Maiella, un’area boschiva protetta che ospita centinaia di specie animali e vegetali, anche se le zone più importanti sono rimaste fortunatamente preservate.

“L’incendio ha trovato spazio nella notte. Oggi è sotto controllo grazie all’intervento aereo in corso da questa mattina. Per fortuna parliamo di una zona priva di macchie importanti e di grosso sostegno alla combustione. Purtroppo temiamo che l’incendio sia stato provocato volutamente”, ha dichiarato Lucio Zazzara, presidente del Parco Maiella, durante una conferenza stampa indetta a seguito dell’incendio sviluppatosi proprio nella valle giumentina.

incendi-abruzzo

Durante la conferenza Zazzara, menzionando i roghi degli scorsi giorni avvenuto a Lettomanopello, sempre in provincia di Pescara, ha parlato di “tracce inequivocabili di dolo” aggiungendo che “le persone che per superficialità o per dolo fanno cose del genere vengono individuate e perseguite e, quindi, non devono dormire sonni tranquilli”. 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here