E’ morto Giorgio Lopez, fratello di Massimo: uno sguardo alla sua lunga carriera

0
346

Questa mattina si è spento a Roma l’attore e doppiatore italiano Giorgio Lopez: ripercorriamo brevemente la sua lunga carriera.

Un altro storico protagonista della nostra scuola di recitazione si è spento questa mattina a 74 anni. A dare la tragica notizia della scomparsa di Giorgio Lopez, fratello maggiore di Massimo, è stato il figlio Gabriele, il quale ha scritto sui social un emozionante messaggio d’addio al padre: “Caro Papà sei stato un lottatore encomiabile, ora puoi correre libero e recitare in infiniti spettacoli. Ti abbiamo amato molto”.

Poco dopo è giunto in video anche il saluto del fratello Massimo, il quale ha voluto sottolineare che proprio l’esempio dato da Giorgio lo ha spinto ad intraprendere questa carriera e ad andare avanti. Con gli occhi velati dalle lacrime e la tristezza disegnata sul volto, Massimo ha detto:

“Mio fratello Giorgio questa mattina all’alba se n’è andato. E’ andato via un grande artista, una grande mente, un filosofo, un saggio. Ma lui non si è spento, il suo spirito è forte, il suo spirito rimane. Rimane e rimarrà per sempre. Mi ha insegnato tantissimo, mi ha dato il coraggio per fare questo mestiere e quindi ce l’ho sempre con me qui nel cuore”.

Leggi anche ->Muore ciclista olimpica: il preoccupante post 24 ore prima del decesso

Morto Giorgio Lopez, chi era l’attore napoletano

Nato a Napoli il 16 febbraio del 1947, Giorgio Lopez ha intrapreso gli studi classici e conseguito una laurea in Lettere all’Università La Sapienza di Roma. Sempre a Roma ottiene il diploma all’Accademia di Arte Drammatica ‘Silvio D’amico’. Conclusi gli studi ha cominciato a lavorare come teatrale e successivamente ha trovato posto come doppiatore, diventando una delle punte di diamante della nostra apprezzatissima scuola di doppiaggio.

Leggi anche ->Lutto per Lapo Elkann, la rabbia per la scomparsa degli amici Daniele e Sonia

Nella lunghissima carriera ha dato la voce italiana a tantissimi attori di spessore come Dustin Hoffmann, Danny De Vito, Christopher Lee, John Hurt, Ian Holm, Bob Hoskins, John Cleese, Groucho Marx e Pat Morita. Con il passare del tempo era diventato anche un grande direttore di doppiaggio, ruolo che nel 2009 gli ha permesso di vincere il Leggio D’Oro per la direzione nel doppiaggio del film ‘Houdini‘. Tra i vari premi i più importanti c’è stato quello alla “Carriera” al Festival delle voci d’attore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here