La pandemia potrebbe finire, ma ci aspetta un duro inverno: le parole dell’esperta

0
200
covid uk

La professoressa Linda Bault, esperta di salute pubblica, ha fatto in modo da alimentare le speranze sulla prossima fine della pandemia da Covid-19, questa sarebbe in procinto di finire per l’anno prossimo, ma prima l’esperta ha affermato che ci attenderebbe un inverno particolarmente duro proprio sul fronte della pandemia.

Leggi anche -> Quando finirà il Covid? Ecco le ipotesi secondo gli esperti inglesi

La professoressa ha affermato che ci potrebbero volere delle nuove restrizioni qualora ci fosse una nuova variante da Covid-19, che potrebbe essere più resistente ai vaccini. La Bault ha detto che dopo un inverno particolarmente duro nel Regno Unito la pandemia potrebbe finire già nel 2022.

Emergeremo dalla pandemia che è un rischio per la salute di tutti noi, a una situazione endemica” questo è quanto ha affermato la professoressa dell’Università di Edimburgo. Inoltre occorre sottolineare come nel Regno Unito l’esitazione in merito alla vaccinazione nei giovani è diminuito di un buon 4%, mentre prima era al 9% ora si trova al 5%.

Questi dati nei giovani fanno ben sperare gli ufficiali della salute pubblica, che sperano che questo crollo nell’esitazione possa risolversi in una maggior diffusione del vaccino. Inoltre anche l’esitazione nei giovani tra gli 16 e i 17 anni ha avuto un’ottima diminuzione, passando dal 14 all’11%.

Aumentano i casi, ma crollano le titubanze nei confronti del vaccino

Questo calo di esitazione inoltre ha fatto in modo che 1,4 milioni di adolescenti in più hanno diritto al vaccino Pfizer almeno nella prima dose, mentre per la seconda attenderanno consigli in merito.

Per quanto riguarda invece la percentuale delle persone che non hanno dubbi sulla validità del vaccino, nel Regno Unito la percentuale è del 96%, mentre solo il 4% è ancora titubante.

Nel Regno Unito comunque i casi aumentano, con un 5,2% nell’ultima settimana, ovvero ben 25.161 nuovi casi. Mentre 37 persone sono morte dopo aver contratto il virus nell’arco di appena 28 giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here