In 48 ore la pioggia di 6 mesi, è allerta rossa: quali le regioni interessate dal maltempo

0
186
Allerta rossa in Sicilia

L’ondata di maltempo che sta colpendo l’Italia sembra non avere intenzione ad arrestarsi. Le città più colpite e le previsioni per domani: ecco dove ci sarà l’allerta meteo

Continua a preoccupare l’ondata di maltempo che sta mettendo l’Italia, in particolare il sud, dove regioni come Sicilia e Calabria sono state colpite da alluvioni e da un vero e proprio uragano mediterraneo.

Nelle ultime 48 ore, infatti, è caduto un quantitativo di pioggia che, tendenzialmente, si accumula in ben sei mesi.

A causa gli ingenti danni, oltre che varie vittime, un ciclone che ha impattato sull’Italia colpendo, in particolare, la Sicilia e la Calabria.

Nelle ultime ore, infatti, un centro di bassa pressione ha interessato il mare siciliano generando, così, un vero e proprio uragano mediterraneo.

Maltempo in Sicilia: è allerta rossa, a Scordia un morto e un disperso

Le amministrazioni locali, in accordo con la protezione civile, hanno così emanato allerta rossa per il maltempo, con relativa chiusura forzata delle scuole in particolare nelle zone dove è esondato un fiume nel trapanese.

A Scordia, nel catanese, c’è già stata la prima vittima. Si tratta di un uomo di 67 anni che si trovava in una zona di campagna. L’uomo, che risultava disperso da ieri assieme alla moglie 65enne, della quale non si hanno ancora notizie.

Diversi i danni e gli allagamenti nella zona del catanese, fra le più colpite in assoluto. Il presidente della regione Musumeci ha fatto sapere che “si sta procedendo a una prima ricognizione dei danni”, decidendo di deliberare ufficialmente lo stato di emergenza e fare richiesta alla capitale per proclamare lo stato di calamità.

uragano mediterraneo sicilia

In tantissimi comuni dell’isola le scuole rimarranno chiuse anche nella giornata di domani 26 ottobre, dove l’emergenza rossa resterà comunque in vigore.

Le scuole, in particolare, rimarranno chiuse a Siracusa, Ragusa, Catania e Messina con annesse province.

In 48 ore la pioggia di 6 mesi

La pagina di 3bMeteo ha fatto sapere tramite i suoi esperti che “il maltempo ha colpito comunque in modo differente l’Isola a seconda delle zone”, soprattutto il catanese.

A Scordia, dove come si riporta c’è stata la prima vittima e una dispersa, è caduta in meno di 48 ore “la pioggia di 5-6 mesi” riportano gli esperti, che spiegano: “praticamente quasi il 50% annuo, con 200-300 mm a fronte dei 500-600 mm medi annui. Eccezionali anche le punte di 400 mm sul versante orientale dell’Etna”.

allerta meteo sicilia

Ecco il video postato dall’account ufficiale Twitter dei vigili del fuoco. Come si legge, 400 in tutto gli interventi effettuati nelle ultime 24 ore solo in Sicilia, e 180 in Calabria, una delle altre regioni devastate dal maltempo:

Il maltempo devasta anche la Calabria:

Come riportato da ilmeteo.it, l’allerta rossa nella giornata di domani riguarderà, in particolare, anche la Calabria. Pioggia e forti venti, infatti, colpiranno anche domani la regione, in particolare la provincia di Reggio.

Fortunatamente, in Calabria, non sono state segnalate vittime e dispersi e i danni non sono stati troppo ingenti, a eccezione di un blackout elettrico all’acquedotto Abatemarco causato dalla caduta di un albero.

A Crotone, invece, come riportato dall’Ansa, sono state evacuate in via precauzionale un’ottantina di persone dalle loro case posizionate lungo un torrente.

Anche qui le scuole rimarranno chiuse in quasi tutta la regione, e a Reggio il sindaco ha deciso di disporre la chiusura del lungomare.

Le altre regioni interessante dal maltempo

Dalle prime ore del giorno, come riporta ilmeteo.it, saranno interessante dal maltempo anche altre regioni in Italia, fra le quali in particolare la Basilicata.

I fenomeni, si legge, saranno accompagnati da forti rovesci, grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Anche la Puglia ionica sarà interessata dal maltempo, ma con rovesci indubbiamente di minore intensità, mentre in Sardegna i rovesci diminuiranno e vi saranno segni di miglioramento durante la giornata di domani.

Ecco quali sono le regioni e le rispettive aree suddivise in base al livello di criticità:

ELEVATA CRITICITA’ / ALLERTA ROSSA: Calabria: Versante Jonico Meridionale, Versante Jionico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Meridionale Sicilia: Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Nord-Orientale, versante ionico, Bacino del Fiume Simeto, Sud-Orientale, versante ionico.

MODERATA CRITICITA’ / ALLERTA ARANCIONE: Calabria: Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jonico Settentrionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale Sicilia: Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria

ORDINARIA CRITICITA’ / ALLERTA GIALLA: Abruzzo: Marsica, Bacino Alto del Sangro, Bacino del Pescara, Bacino dell’Aterno, Bacino Basso del Sangro, Bacini Tordino Vomano Basilicata: Basi-B, Basi-E2, Basi-A2, Basi-E1, Basi-A1, Basi-D, Basi-C Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale Lazio: Aniene, Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri, Bacini di Roma Molise: Frentani – Sannio – Matese, Litoranea, Alto Volturno – Medio Sangro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here