Gta Trilogy è un flop: Rockstar costretta a scusarsi con i fan

0
68

Rockstar ha fatto felici milioni di fan con l’annuncio della Gta Trilogy, il risultato però è stato deludente e la compagnia si è scusata.

Dall’ormai lontano 2001, Grand Theft Auto è uno dei videogiochi di maggior successo della storia del medium. In combo con il successo di Ps2, piattaforma su cui il gioco usciva in esclusiva, Gta è diventato un fenomeno cult. Già noto come gioco violento e estremamente permissivo con i primi due titoli curriculari e lo spin-off londinese, il titolo ha fatto lo step nell’olimpo del videogioco grazie al passaggio alla grafica in 3 dimensioni.

Gta 3 è stato un titolo rivoluzionario, il primo della serie in 3d ma anche il primo ad unire al cazzeggio e alla distruzione una storia coinvolgente, delle cut scene, richiami ai capolavori del cinema criminale, critica sociale e tutti quegli elementi che ormai sono distintivi della serie. Seguirono Gta Vice City e Gta San Andreas, altri giochi rimasti nel cuore degli appassionati.

Leggi anche ->Black Panther 2, brutto incidente per Letitia Wright: si ferma la produzione del film. Fino a quando?

Gta Trilogy è un flop: Rockstar si scusa con gli appassionati

Sulla scorta del successo ottenuto in epoca Ps2, Rockstar ha deciso che il quarto capitolo sarebbe uscito a distanza di qualche anno al fine di creare un’esperienza di maggiore spessore ed il più possibile differente dall’ultimo titolo. Una politica che ha portato agli ottimi e amatissimi Grand Theft Auto IV e Grand Theft Auto V. Quest’ultimo è stato non solo il titolo più costoso ad essere mai stato sviluppato, ma anche quello di maggior successo economico per la compagnia. All’uscita ha superato in poco più che una settimana le 13 milioni di copie vendute ed ha continuato a vendere anche per tutto il ciclo vitale della Ps4, ovvero per i 7 anni successivi.

Il merito di questo successo prolungato è legato alla creazione di Gta Online, il multiplayer del videogame che con il passare del tempo ha preso vita propria diventando un altro gioco aggiunto a quello di partenza. Otto anni dopo l’uscita del quinto capitolo, la fan base aspetta con impazienza il sesto, ma a settembre la compagnia ha annunciato il porting di Gta V sulle console di nuova generazione, il che fa pensare che per il sesto capitolo c’è ancora parecchio tempo da attendere.

Probabilmente per questo si è pensato ad un’operazione nostalgia, la Gta Trilogy. Nella remaster sono presenti i tre capitoli che hanno fatto storia all’epoca Ps2 in versione aggiornata per i nuovi sistemi di gioco. Un gradito ritorno sicuramente, che però è stato gravato da grossi problemi nell’ottimizzazione: i tre titoli sono pieni zeppi di bug, alcuni dei quali invalidanti. Ovvia la reazione stizzita degli appassionati, che dopo aver provato la remaster hanno condiviso tutta la loro rabbia per un prodotto sviluppato male e finalizzato esclusivamente a sfruttare la voglia della comunity di un nuovo titolo.

Leggi anche ->Halo Infinite: quando esce e cosa sappiamo sull’ultimo capitolo della saga

Dopo le tante segnalazioni, Rockstar ha ammesso che la produzione è affetta da troppi problemi tecnici e che non soddisfa gli standard qualitativi della compagnia, dunque si è scusata con gli appassionati: “La serie Grand Theft Auto – e i giochi che compongono questa trilogia iconica – sono speciali per noi come sappiamo che lo sono per i fan di tutto il mondo. Le versioni aggiornate di questi giochi classici non sono state lanciate in uno stato che soddisfa i nostri standard di qualità, o gli standard che i nostri fan si aspettano. Abbiamo dei piani in corso per affrontare i problemi tecnici e per migliorare ogni gioco in futuro. Con ogni aggiornamento pianificato, i giochi raggiungeranno il livello di qualità che meritano”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here