Turista salvato dalle grinfie di un coccodrillo: credeva che si trattasse di un modello in plastica ma poi… – VIDEO

0
528

Nehemias Chipada, turista che si trovava in vacanza nelle Filippine, aveva deciso di trascorrere il giorno del suo 68esimo compleanno al parco divertimenti di Amaya View nell’isola asiatica. Ma non avrebbe mai pensato che quel giorno speciale si sarebbe trasformato in tragedia.

Leggi anche -> Muore divorato dai piranha: 30enne si era tuffato in un lago per scappare da uno sciame d’api

Infatti mentre si trovava al parco è stato aggredito da un coccodrillo lungo quasi 4 metri.

Ma come è possibile che ciò sia avvenuto? Il 68enne era convinto che l’enorme rettile fosse in realtà un modello in plastica, così ha deciso di mettersi in posa con l’animale.

Ovviamente però il grosso coccodrillo non ci ha pensato due volte e ha aggredito Nehemias attaccandosi al suo braccio. La famiglia dell’uomo è rimasta scioccata mentre l’animale lo trascinava in acqua.

Nehemias, che continuava a gridare aiuto mentre si trovava tra le fauci del predatore, è riuscito in qualche modo a eludere il coccodrillo e scappare a una morte sicura.
La figlia dell’uomo, Mercy Joy Chipada, ha riferito: “Non c’erano avvisi che ci avvertissero di non entrare nel recinto“.

Il turista ha riportato otto suture al braccio sinistro e alla coscia

La famiglia di Nehemias ha deciso di citare il parco divertimenti proprio per l’assenza di segnali di pericolo e di non aver avvertito della presenza dell’animale.

Dopo che il personale del parco divertimenti si è prodigato a fermare l’emorragia dal braccio dell’uomo con bandane e fazzoletti, il turista è stato portato urgentemente al Northern Mindanao Medical Center.

E’ stato riferito che Nehemias ha dovuto essere ricoverato con otto suture al braccio sinistro e alla coscia, mentre una zanna di ben 3 cm si trovava all’interno della sua carne dopo l’aggressione del coccodrillo.

Il parco divertimenti ha comunque deciso di coprire le spese di ricovero dell’uomo, dopo che questo ha dovuto affrontare più interventi chirurgici.

Di seguito uno dei video disponibili online legati al dramma sfiorato

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here