Alec Baldwin scoppia in lacrime in un’intervista: le sue prime parole dopo l’incidente mortale sul set

0
403

Dopo l’incidente accaduto sul set di ‘Rust’ dove è morta la direttrice della fotografia Halyna Hutchins, colpita da un proiettile sparato da una pistola vera che non doveva essere presente sul set, Alec Baldwin ha parlato per la prima volta in un’intervista.

Leggi anche -> ‘Rust’, è una vera e propria maledizione: un operatore morso da un ragno velenoso rischia grosso

In questa intervista concessa a George Stephanopoulos di ‘Good Morning America’ l’attore è scoppiato in lacrime mentre raccontava: “Era una persona amata da tutti coloro che hanno lavorato con lei, apprezzata da tutti coloro con cui hanno lavorato”.

A quel punto l’attore ha raccontato in lacrime: “Ancora faccio fatica a credere che… non mi sembra vero. Non ho premuto quel grilletto, no, no, no. Non punterei mai la pistola contro nessuno”.

Baldwin ha continuato dicendo che qualcuno deve aver messo un proiettile vero in una pistola, che tra l’altro non dovrebbe essere stata nemmeno presente sul set. A quel punto il giornalista ha incalzato l’attore dicendo: “Questa è la cosa peggiore che ti sia mai capitata“.

E a quel punto l’attore si è lasciato andare affermando che pensa e ripensa in continuazione all’episodio, ma soprattutto anche a cosa avrebbe potuto fare.

“Ogni set dovrebbe avere un agente di polizia”, le dichiarazioni di Alec Baldwin

In un’intervista rilasciata subito dopo l’incidente accorso sul set, Baldwin disse che stava collaborando in maniera attiva alle indagini con la polizia.

Per quanto riguarda il caso le indagini che sono proseguite durante queste settimane, hanno rilevato che il proiettile potrebbe essere stato prodotto in casa e non essere un proiettile di caratura professionale. I documenti che sono stati depositati presso lo sceriffo della contea di Santa Fe, dicono che tale proiettile proverrebbe da un armaiolo del New Mexico.

A questo punto le indagini si complicano e si sta indagando sulle responsabilità di Seth Kenny, un veterano del cinema, che avrebbe dovuto fornire proiettili e cartucce riciclati da un altro set.

Alla fine dell’intervista Alec Baldwin ha inoltre detto che ogni set cinematografico dovrebbe avere un agente di polizia sul set in modo specifico per il controllo delle armi.

Magari, però, la soluzione sarebbe semplicemente evitare di avere armi sul set – come per altro proposto da latri addetti ai lavori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here