La popolazione mondiale diminuirà per la prima volta dopo secoli: perché?

0
878
Un recente studio pubblicato sul ‘Lancet journal‘ ha rivelato che per la prima volta dopo secoli, la popolazione mondiale inizierà a diminuire nelle prossime decadi.Al momento la popolazione mondiale ammonta a 7.8 miliardi. Esperti stimano che il picco sarà raggiunto intorno al 2064 con 9.7 miliardi di persone, per poi scendere gradualmente a 8.79 miliardi entro il 2100.LEGGI ANCHE => Come appare il sole da vicino? Le incredibili foto di un fotografo statunitense

Più di 23 stati -inclusi Giappone, Thailandia, Italia, Spagna, Portogallo e Sud-Corea- hanno visto una diminuzione della popolazione del 50%, risultato dell’aumento degli anziani e del basso tasso di nascite. Anche la Cina, il paese più densamente popolato del mondo, subirà un calo da 1.4 miliardi a 732 milioni di abitanti nel 2100.

Stein Emil Vollset, autore a capo dello studio e Professore di Sanità Mondiale all’Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME), ha commentato la scoperta:

L’ultimo calo della popolazione mondiale è stato a metà del 14esimo secolo, a causa della Peste Nera. Se la nostra predizione è corretta, per la prima volta il calo sarà dovuto alla mancanza di nascite, piuttosto che ad eventi come una pandemia o carestia”.

Il declino della civiltà come la conosciamo oggi: “L’Africa e il Medio Oriente domineranno il mondo”

Alcune nazioni, invece, vedranno un aumento della popolazione. Ci si aspetta che le regioni del Nord Africa, Medio Oriente e Africa Sub-sahariana vedranno il triplicarsi della loro popolazione da 1.03 miliardi a 3.07 nel 2100.

L’Africa e il mondo arabo domineranno il futuro, mentre l’Europa e l’Asia perderanno influenza“, ha dichiarato Vollset. “Entro la fine del secolo, le potenze dominanti saranno India, Nigeria, China e gli USA”.

La diminuzione della popolazione è data, secondo Vollset, da due fattori: “L’educazione delle donne e ragazze, e un più facile accesso ai moderni contraccettivi. Questi fattori hanno influenzato molto il tasso di fertilità – ovvero il numero medio di figli messi al mondo da una donna durante la sua vita. il totale mondiale diminuirà, da una media di 2.37 nel 2017 a 1.66 nel 2100, molto al di sotto della soglia minima necessaria per mantenere il numero della popolazione”.

LEGGI ANCHE => Green Pass, clamorosa falla nel sistema di verifica: di cosa si tratta

Qualche giorno fa Elon Musk si è pronunciato sullo stesso argomento al CEO Council del ‘Wall Street Journal’:

“Credo che uno dei più grandi rischi della civiltà sia il rapido declino delle nascite. E ci sono comunque persone, anche molto intelligenti, che credono che ci siano troppe persone al mondo e che la situazione stia sfuggendo di mano. È tutto l’opposto. Guardate i numeri – se le persone non faranno più figli, la nostra civiltà crollerà, ricordatevi le mie parole“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here