Muore a soli 15 anni dopo aver mangiato del sushi: la drammatica vicenda a Napoli

0
692

Muore a soli 15 anni, dopo aver pranzato insieme agli amici in un ristorante di sushi a Napoli, in un locale al Vomero. Sembrava una giornata come tante per il giovane adolescente, che si è visto stroncare la vita ad una così giovane età.

LEGGI ANCHE => Caso di Mario Paciolla, troppi misteri: cosa è accaduto al 33enne morto in Colombia?

“Nessuna indagine potrà restituire Luca (questo il nome del giovane, ndr) ai suoi cari, i genitori però chiedono di sapere come sia potuto accadere che un ragazzo sanissimo, che non aveva mai sofferto di alcuna patologia, sia morto a soli 15 anni”: queste le parole dei genitori riproposte dal loro legale, riportate dall’Huffington Post.

Adesso i genitori chiedono che sia fatta luce sulla morte del figlio, che è venuto a mancare in soli 9 giorni dopo essere andato a pranzo in un ristorante di sushi a Napoli, insieme a delle amiche.

Era un’uscita tra amici come tante, ma è costata la vita al quindicenne

Solo poche ore dopo il pasto si era sentito male: febbre alta, diarrea e vomito. Dopo questi primi sintomi, il medico di base aveva prescritto un antipiretico per la febbre e fermenti lattici per i disturbi intestinali, aggiungendo poi anche un antibiotico. Dopo una settimana Luca stava meglio, la febbre era finalmente scesa e la situazione sembrava volgersi per il meglio. La speranza è precipitata quando il 2 Dicembre scorso Luca si è spento, nello sgomento e incredulità dei familiari.

Sulla morte di Luca sta adesso indagando la procura, che ha disposto l’autopsia del corpo del giovane e scritto due nomi nel registro degli indagati come possibili colpevoli. In questo caso si tratta di accuse per ipotesi di omicidio colposo. Ad essere coinvolti sono il titolare del ristorante, un cittadino cinese di 55 anni, e il medico di base di Luca, 61 anni.

LEGGI ANCHE => Gli amputano le gambe e muore: la triste storia dell’ex stella del Wrestling

Si ipotizza infatti una cura sbagliata del paziente, che probabilmente avrebbe avuto bisogno di più delle semplici cure domiciliari. Anche le amiche di Luca non si sono sentite bene dopo il pranzo: avevano tutte accusato sintomi tipici dell’intossicazione alimentare e in un caso è stata diagnosticata come provocata dal batterio della salmonella.

Per il momento il ristorante è rimasto aperto in attesa del risultato dell’autopsia, che confermerà le cause della morte del giovane.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here