Morta l’ultima figlia segreta di Mussolini: “L’ho scoperto a 18 anni”

0
530

È morta l’ultima figlia naturale di Benito Mussolini. Elena Curti è venuta a mancare alla veneranda età di quasi cent’anni, nella sua casa ad Acquapendente, Viterbo. Per poco è riuscita a vedere il 2022, proprio la data del centenario della marcia su Roma.

Elena Curti era figlia di Angela Cucciati, una sarta milanese con la quale Mussolini aveva avuto un’avventura intorno alla fine del lontano 1921. La donna conobbe Mussolini quando andò a chiedergli di liberare dal carcere il marito squadrista Bruno Curti.

La relazione -e conseguente figlia- fu tenuta segreta perfino all’interessata: la madre la informò sull’identità del padre a 18 anni. Nonostante ciò Mussolini volle conoscerla e durante la Repubblica Sociale la riceveva ogni settimana a Salò, arrivando a offrirle un posto di lavoro nella segreteria di Pavolini.

LEGGI ANCHE => “Lo avete sulla coscienza”: l’accusa dell’amico dell’attivista no vax morto di Covid

L’amante del Duce, Claretta Petacci, pensava che la bella ragazza fosse l’ennesima avventura di Mussolini, e per tanti anni fu così. Solo il 27 Aprile 1945, durante la fuga da Dongo, Claretta scoprì la verità.

Nell’auto insieme a Mussolini c’era proprio Elena. Claretta li raggiunse quando Mussolini su invitato dai tedeschi a salire su un loro camion, travestito da soldato. Nell’auto insieme al fratello Marcello, la cognata e i nipoti, Claretta cominciò a inveire contro Elena e smise solo quando le rivelarono la vera identità.

Elena non era la sola figlia segreta del Duce…

Elena rimase in carcere per cinque mesi prima di essere liberata. Si sposò ed emigrò in Spagna, dove fece fortuna con un’azienda di mobili. È tornata in Italia circa venti anni fa e scrisse le sue memorie nel libro ‘Il chiodo a tre punte. Schegge di memoria della figlia segreta del Duce’, del 2003.

Elena Curti non era la sola figlia del Duce: dalla relazione con Rachele Guidi Mussolini ebbe quattro figli. In ordine di nascita, si tratta di Edda, Vittorio, Bruno, Romano e Anna Maria, tutti ormai deceduti. Un altro figlio, Benito Albino Dalser, morì durante la Seconda Guerra Mondiale.

LEGGI ANCHE => “Non è mai più riuscito a sorridere”: il ricordo della tragedia della Costa Concordia, avvenuta dieci anni fa

Nato dalla relazione con Ida Irene Dalser, è stato riconosciuto dal padre un anno dopo la sua nascita, ma l’atto di riconoscimento non è mai stato ritrovato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here