Imprenditore, cantante e ora inviato: ecco quanto guadagna lo “stellato” Joe Bastianich

0
329

Stasera ripartono su Italia Uno ‘Le Iene’ in una veste totalmente inedita. Alla conduzione, infatti, non troveremo più Nicola Savino accompagnato, ogni puntata, da una diversa compagna di viaggio e nemmeno la tanto rimpianta Alessia Marcuzzi, colonna portante dello show per tutti questi anni.

Joe Bastianich

Ma mentre per Teo Mammuccari si tratta di un volto ritrovato al timone del programma, fa il suo ingresso, accanto a Mammuccari, da nuova iena Belén Rodriguez. Ma non è la sola. Joe Bastianich, l’ex giudice di Masterchef Italia e Usa e detentore di due stelle Michelin, entra a far parte della grande famiglia de Le Iene in veste da inviato speciale. Il primo servizio però, non riguarda per nulla il suo primo amore, la cucina. In coppia con Gaston Zama, esplorerà il mondo delle cripto valute, argomento spinoso e contorto al momento, ma non mancherà un grandissimo colpo di scena.

In un’intervista all’Ansa l’imprenditore, volto anche del McDonald’s, spiega come sta vivendo questa nuova avventura: “Oggi essere inviato speciale de Le Iene è il mio challenge personale, la mia sfida del momento, a cui voglio dedicarmi dando il 100%. Tutto il resto fa e farà sempre comunque, parte della mia vita e di ciò che sono” – precisa Bastianich – “Vorrei portare una prospettiva diversa, nuova, toccando temi intensi, scomodi ma estremamente reali e attuali. Senza porci limiti. Abbiamo tante idee in mente, vediamo dove ci porteranno”. Eppure, il suo business principale resta la ristorazione, da quello, infatti, deriva la sua fama, nonché la maggior parte dei ricavi che lo rendono un degli imprenditori milionari del nuovo millennio più di successo.

Joe Bastianich, dal primo ristorante a Manhattan al successo internazionale

Cantante, giudice, ma soprattutto imprenditore. Sul suo sito – perché sì, ha anche un sito – è possibile acquistare il suo nuovo il video corso dedicato al business della ristorazione per diventare uomini e donne d’affari “stellati”. Certo, non sarà semplice replicare lo stesso fascino, la stessa severità e il suo eccentrico modo di essere che lo ha legato a doppio filo alla televisione italiana e statunitense, ma ci si può magari andare vicino, vantando magari una serie di ristoranti in tutto il mondo.

Ma l’amore per la cucina per Bastianich è una questione di famiglia. I genitori di Joe infatti, italiani ed esuli istriani, Felice Bastianich e la cuoca Lidia Matticchio, avevano comprato il loro primo ristorante nel 1964, quattro anni prima della sua nascita. Nel 1993 lo stesso Joe convince i genitori a investire nell’apertura del suo primo ristorante a Manhattan, Becco, dal successo immediato. Da Becco nascono così nuovi ristoranti, alcuni a New York, Lupa, Esca, Casa Mono, Bar Jamón, Otto, Del Posto, ed altri oltre i confini americani, arrivando ad una trentina di ristoranti in tutto di sua proprietà.

Nel 2010 inaugura insieme e Oscar Farinetti anche Eataly, catena di punti vendita specializzati nella vendita e nella distribuzione di generi alimentari italiani, a Manhattan e arriva ad espandersi anche a Los Angeles e Las Vegas. Proprio per questa sua “eccletticità” è difficile indicare una cifra esatta dei suoi guadagni, ma secondo alcune riviste specializzate, fra cui Celebritynetworth, il patrimonio di Joe Bastianich si aggirerebbe attorno ai 15 milioni di dollari.

Ma è una cifra di qualche anno fa. E dal momento che il successo di Bastianich non ha fatto altro che aumentare nel corso degli anni, anche i suoi guadagni potrebbero essere cresciuti in proporzione. Questo valore netto, infatti, è tratto dalla serie di ristornati presenti in Nord ed in Sud America e, anche, da diversi Eataly e aziende vinicole in Italia e Argentina.

Ma vanno considerati anche i proventi dalle ospitate e partecipazioni televisive, le guide enogastronomiche, il lavoro come testimonial per diverse aziende, tra cui la “My selection” di McDonald’s, e ora si aggiunge al suo ingente patrimonio la nuova avventura televisiva come inviato de Le Iene.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here