Quante armi nucleari ci vogliono per distruggere la Terra? Ecco cosa accadrebbe (e chi le detiene)

0
1374

Le dichiarazioni di Putin circa il possibile utilizzo di armi nucleari nel conflitto con l’Ucraina stanno terrorizzando tutto l’Occidente, e non solo. Ma cosa accadrebbe realmente se venissero utilizzate? Chi detiene la maggior parte degli ordigni nucleari e, soprattutto, quanti ce ne vorrebbero per distruggere la Terra? 

L’invasione russa dell’Ucraina ha, purtroppo, portato nuovamente in auge la questione degli arsenali nucleari e il loro possibile utilizzo su scala mondiale. 

quante-bombe-atomiche-distruggere-la-terra

La questione del nucleare, sia delle centrali che del possibile utilizzo delle armi, è quanto mai calda su scala non solo europea, ma mondiale, con possibili conseguenze tanto umane quanto ambientali disastrose.

Ma cosa accadrebbe, realmente, nel pratico, se uno degli stati detentori di armi nucleari decidesse di utilizzarle contro altre nazioni? E quali di queste ultime ne detiene il maggior numero? E, infine, quante armi nucleari ci vorrebbero per distruggere l’intero pianeta?

Quesiti, questi, che stanno attanagliando tantissimi cittadini nel mondo. Vediamo di fare chiarezza sul punto e procedere per gradi al fine di comprendere nel dettaglio tutti i possibili rischi derivanti dal conflitto russo ucraino qualora si allargasse su scala mondiale coinvolgendo anche la Nato in via diretta.

Quanti sono gli arsenali nucleari nel mondo e quali stati li detengono?

Partiamo, anzitutto, con una ricognizione numerica e geografica degli ordigni nucleari nel mondo.

I paesi con la maggiore forza bellica attualmente con gli Stati Uniti, la Cina e la Russia. 

Quest’ultima, in particolare, è il Paese nel mondo con l’arsenale nucleare più potente; gli States, invece, hanno l’esercito più forte e la Cina il maggior numero di soldati: ben 2 milioni.

Nel complesso, il 90% delle armi atomiche presenti sul pianeta è detenuto dalla Russia e dagli Stati Uniti.

A dare numeri precisi di riferimento è il SIPRI – Stockholm International Peace Research Institute – che ha così classificato numericamente le armi nucleari presenti nel mondo:

  • Russia: 6225;
  • Usa: 5550;
  • Cina: 350;
  • Francia: 290;
  • Regno Unito: 215;
  • Pakistan: 165;
  • India: 156;
  • Israele: 90;
  • Corea del Nord: 40;

Chi ha la bomba atomica più potente al mondo?

E’ sempre la Russia a detenere il primato mondiale delle armi, anche di quella più potente. Si tratta della rinomata Tsar (o Zar) nota anche con il nome di Big Ivan.

Per farvi rendere conto di quale sia l’effettiva grandezza e pericolosità di questo ordigno, vi mostreremo questa grafica con una scala di confronto con gli altri ordigni nucleari esistenti, compresi quello utilizzati su Hiroshima e Nagasaki:

bomba-atomica-più-grande-del-mondo

L’ordigno, che pesa 27mila kg, ha una potenza 3.125 volte superiore a Little Boy, la bomba che venne sganciata dagli States su Hiroshima.

L’Ucraina ha bombe nucleari?

Anche l’Ucraina era in possesso di ben 1.900 testate nucleari ereditate dall’Unione Sovietica, di cui faceva parte, ma a cui vi rinunciò nel 1994 dopo il Memorandum di Budapest.

In Italia abbiamo bombe atomiche?

L’Italia ha rinunciato al nucleare in tutti i sensi, sia come rifornimento energetico che come armamentario.

Ospita, tuttavia, sul proprio territorio bombe atomiche di proprietà degli Stati Uniti. Ma dove sono posizionati, attualmente, gli ordigni nucleari presenti sul territorio italiano?

50 sono posizionate nella base di Aviano, in Friuli-Venezia Giulia e 40 nella base di Ghedi Torre, in provincia di Brescia.

Quante bombe atomiche servirebbero per distruggere la Terra?

Il Pianeta Terra in sé non potrebbe, di fatto, essere distrutto neanche se tutti gli ordigni nucleari esplodessero contemporaneamente.

Diverso è però il discorso riguardante la vita sulla Terra. Se la Russia e gli Stati Uniti decidessero di far detonare il totale degli ordigni in loro possesso, secondo antikitera.net, genererebbero un’energia che corrisponderebbe, in totale, solo al 25% di quella generata dallo tsunami del 2004.

distruzione-terra-armi-nucleari
Come apparirebbe l’inverno nucleare

Per far estinguere il genere umano, invece, sarebbero necessarie dalle 500 alle 600 bombe atomiche in condizioni “ideali”, ossia la maggior parte degli esseri umani riuniti in centri abitati e una selezionata mirata dei bersagli.

Gli attuali arsenali nucleari, dunque, potrebbero con facilità uccidere ogni essere umano sulla terra qualora detonassero contemporaneamente, anche una minima parte.

Quali sono le conseguenze di un’esplosione atomica?

Ma cosa accadrebbe sul pianeta Terra se vi fosse anche solo un’esplosione atomica? Se 600 bombe atomiche venissero fatte detonare in modo strategico, la vita finirebbe di esistere, ma per le conseguenze:

  • La radioattività e le malattie che ne deriverebbero;
  • L’onda d’urto;
  • Il cosiddetto inverno nucleare, che si verificherebbe a seguito delle esplosioni e quindi dalla comparsa di particolari polveri e terremoti e la conseguente estinzione di molte forme di vita sulla terra;
  • L’avvelenamento degli animali e del suolo terrestre, che impedirebbe tutte le fonti di approvvigionamento alimentare

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here