Nove cibi fatali per il vostro cane: teneteli assolutamente lontani da questi alimenti!

0
498

A volte i nostri amici a quattro zampe sanno essere molto persuasivi: chi non ha mai ceduto nel passare sotto al tavolo qualche boccone al proprio cane? Resistere ai loro teneri occhioni può essere difficile ma è bene che i proprietari sappiano che alcuni cibi umani possono essere tossici o addirittura fatali ai cani.

Alcuni degli ingredienti più usati in comunemente in cucina, come le cipolle o, più recentemente, gli avocado, possono fare del male al vostro cucciolo. Gli esperti veterinari del ‘Battersea Dogs and Cats Home’ hanno parlato al ‘Daily Record’, elencando nove cibi assolutamente proibiti ai vostri amici pelosi.

“I cani possono essere davvero opportunisti quando vogliono mettere le zampe sui loro snack preferiti” ha riferito un portavoce del Battersea, “Ma non tutti i cibi e le bevande sono una scelta sicura per loro. Se consumati, anche piccole quantità di questi cibi e bevande possono essere fatali, quindi se il vostro cane dovesse ingerirli agite subito e portatelo da un veterinario”.

Ecco i nove cibi velenosi per i cani

Pannocchie

Il mais può essere consumato senza problemi dai cani; bisogna prestare particolare attenzione all’interno fibroso della spiga intera: questa potrebbe essere ingerita sana o parzialmente tale e può bloccare l’intestino del vostro cane, condizione che potrebbe essergli fatale.

Cipolle, cipollotti e aglio

Qualsiasi ortaggio appartenente alla famiglia delle cipolle -che sia cotta, cruda o essiccata- è altamente tossica per tutti gli animali, compresi i cani. Può causare gravi irritazioni gastrointestinali e danni ai globuli rossi. I segni dell’infiammazione non sono immediati e si presentano nell’arco di qualche giorno.

Avocado

Gli avocado sono entrati relativamente di recente nelle case degli italiani ma molti ormai non possono più farne a meno. Fate attenzione a dove li riponete, in modo che il vostro cane non possa mangiarli accidentalmente: la pianta di avocado contiene una sostanza -presente in ogni parte della pianta, foglie, frutti e semi- che può causare vomito e diarrea ai vostri cani.

Dolcificanti artificiali (xilitolo)

Lo xilitolo è famoso per essere usato come ingrediente principale delle gomme da masticare, ma può essere presente in altri dolciumi o bevande, in particolare in quelle ‘senza zuccheri aggiunti’. Lo xilitolo viene aggiunto, a volte, anche al burro d’arachidi. Prima di dare qualcosa di dolce al vostro cane, controllate sempre gli ingredienti: lo xilitolo può causare ipoglicemia e conseguenti insufficienze epatiche e disturbi della coagulazione del sangue.

Cioccolato

Tutti sono attratti dal cioccolato, sia umani che animali. Attenzione però, il cioccolato è altamente letale per tutti gli animali, inclusi ovviamente i cani. Questo perché contiene uno stimolante chiamato teobromina (il cioccolato fondente in particolare è ricco di questa sostanza) che può causare ai vostri cani insufficienza renale.

Noci di Macadamia

Le noci di Macadamia non sono molto diffuse in Italia, comunque vengono consumate regolarmente da molti. Contengono una tossina che può influenzare negativamente i muscoli e il sistema nervoso del vostro cane, causando debolezza, arti gonfi e affanno.

Alcool

L’alcool non fa bene nemmeno agli umani, figuriamoci ai cani. I drink alcolici agiscono sugli animali intossicandoli, causando vomito, diarrea e danni al sistema nervoso centrale anche in piccole dosi.

Ossa cotte

Potrebbe sembrare strano, perché le ossa crude sono un ottimo passatempo per il vostro cane, mantenendo in salute anche denti e gengive. Le ossa cotte vanno evitate assolutamente. Possono frantumarsi troppo velocemente e, in grandi quantità, le scaglie possono ostruire l’intestino o nel peggiore dei casi perforarlo, il che può essere fatale.

Uva e uvetta essiccata

L’uva essiccata è usata in molti piatti che adoriamo mangiare, come torte, biscotti o cereali, o a volte in piatti salati. L’ingrediente che causa la tossina contenuta in uva e uvetta è ancora sconosciuto, ma può causare grave insufficienza epatica e insufficienza renale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here