Impiccato davanti a decine di migliaia di persone: la storia dell’ultima esecuzione in pubblica piazza

0
538

Quando pensiamo alle persone giustiziate in pubblica piazza, la nostra mente va quasi sicuramente al Medioevo.

Eppure, l’ultima impiccagione eseguita di fronte al pubblico negli Stati Uniti è avvenuta solo nel 1936, quando l’afroamericano Rainey Bethea è stato ucciso di fronte a migliaia di persone.

Ma andiamo a vedere assieme la storia di Rainey Bethea.

Era il 13 agosto del 1936 quando Rainey Bethea è stato giustiziato in pubblica piazza a Owensboro, Kentucky, negli Stati Uniti. Di fronte a lui, una folla di 20mila persone ha dovuto (o voluto) assistere al raccapricciante spettacolo della sua morte per impiccagione.

Il crimine commesso dall’uomo di 26 o 27 anni (ignota la sua esatta data di nascita) era tra i più infamanti: un episodio di violenza sessuale, confessato dallo stesso imputato.

Secondo quanto riportato, l’uomo si era introdotto nella casa della settantenne Elza Edwards e l’avrebbe violentata prima di ucciderla. Bethea era conosciuto alle forze dell’ordine a causa di alcune rapine e borseggi.

L’ultima esecuzione pubblica negli States

Arthur L. Hash fu il poliziotto incaricato di fare da boia all’esecuzione dell’uomo. Da quanto si evince dai documenti, avrebbe compiuto il gesto in modo gratuito per offrire i suoi omaggi alla donna Sceriffo Florence Shoemaker Thompson.

Erano molti i giornali che attendevano quel giorno proprio perché pensavano di catturare l’anteprima della prima donna a fare da boia per un’esecuzione pubblica, ma all’ultimo momento furono delusi dall’intromissione di Hash.

Hash arrivò sul posto vestendo degli abiti più che informali, cioè un completo bianco e un cappello di panama. Inoltre, secondo quanto riportato dalle testate dell’epoca, era completamente ubriaco – forse per far fronte all’idea di star uccidendo un uomo. Phil Hannah, un veterano di esecuzioni, dichiarò che fu lo spettacolo più brutto che avesse mai visto e lamentò dell’ubriachezza del collega.

Bethea rimase appeso per 14 minuti anche se il suo collo si spezzò immediatamente e solo dopo che i medici confermarono la sua morte fu slegato.

Il suo corpo fu quindi seppellito al Rosehill Elmwood Cemetery invece che essere spedito a sua sorella nel South Carolina come era stato esplicitamente richiesto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here