Cosa succederà alla Chiesa anglicana dopo la morte di Elisabetta? I dubbi su Carlo e William

0
364

Le precarie condizioni di salute della regina Elisabetta II hanno fatto tornare di moda le voci su cosa accadrà al momento della sua morte. 

Al momento questo scenario non sembra imminente, anche perché la sovrana è tornata a farsi vedere in pubblico: Elisabetta II ha preso parte alla commemorazione funebre dedicata al suo amato marito, il principe Filippo, scomparso un anno fa all’età di 99 anni, e sta cercando di recuperare le forze in vista del Giubileo di platino.

regina elisabetta

Tuttavia, proprio per non stancarsi troppo, è probabile che la sovrana si farà vedere solo negli eventi principali dei festeggiamenti dedicati ai suoi 70 anni sul trono.

D’altronde le problematiche fisiche degli ultimi tempi, a cui si è aggiunto anche il Covid-19, impongono alla regina una certa cautela, senza dimenticare che tra due giorni la sovrana festeggerà 96 anni. 

Carlo e William a capo della Chiesa anglicana? Il dibattito su Reddit

Per tutti questi motivi di recente i tabloid britannici sono tornati a parlare dell’operazione London Bridge, ovvero il piano che sarà eseguito nei giorni successivi alla morte della regina, che verrà annunciata al Primo Ministro del Regno Unito e a un ristretto numero di funzionari attraverso la frase ‘London Bridge is down’ (che di fatto darà inizio al piano stesso).

La futura morte della regina sta già scatenando una serie di dibattiti sul web, alcuni incentrati su aspetti non sempre considerati dai media del Regno Unito.

Ad esempio, su Reddit un utente ha aperto un thread chiedendosi quali saranno i rapporti tra la Famiglia Reale e la Chiesa anglicana dopo il trapasso di Elisabetta II.

“Dopo la morte della regina Elisabetta, il monarca sarà ancora a capo della Chiesa d’Inghilterra? – si chiede l’utente – Sembra che Carlo e William si ricordino di essere cristiani solo a Natale e Pasqua. È molto strano per loro ritrovarsi a dirigere una religione che in realtà non praticano: quali sono le possibilità che la tradizione muoia assieme ad Elisabetta II?”.

regina chiesa

Tra le prime risposte, spicca quella di un altro utente che spiega come la successione di Governatore Supremo della Chiesa d’Inghilterra non dipenda dal fatto che la persona in questione abbia più o meno fede.

“Il titolo di Governatore Supremo della Chiesa d’Inghilterra passa con la corona al monarca regnante, secondo l’Atto di Supremazia del 1558. Puoi trovare i dettagli su Wikipedia. Non ha nulla a che fare con la fede della persona sul trono”, scrive l’utente, che tuttavia sottolinea come “nessun cattolico può essere in linea di successione”.

I 96 anni della regina: Meghan e Harry provano a fare pace

In più, un altro utente fa presente come il fatto che Carlo e William vengano fotografati in Chiesa solo a Natale e Pasqua non significa che non possano recarsi a messa anche in altre occasioni.

Anche i membri della Famiglia Reale si stanno rendendo conto che l’età della regina è ormai molto avanzata. Ne hanno preso coscienza anche Meghan e Harry, che hanno deciso di fare tappa a Windsor – in occasione del loro viaggio in Olanda – per andare a salutare la regina e il principe Carlo e provare a ricomporre la frattura venutasi a creare negli ultimi due anni, specialmente dopo l’intervista ‘bomba’ rilasciata a Oprah Winfrey.

Meghan e Harry avrebbero anche promesso a Elisabetta II di portare presto in Regno Unito anche i loro figli, Archie e Lilibet. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here