Caldo, afa e temperature africane: quando finirà questa estate anticipata? | Intanto è allerta

0
352

Il caldo anomalo di questi giorni, con picchi addirittura di 42 gradi in tutta Italia, non sembra ancora pronto a lasciare la nostra Penisola. Anche oggi, infatti, si registrano allerte rosse ed arancioni, soprattutto al Sud. Ma vediamo insieme cosa ci aspetta nella giornata di oggi e la prossima settimana.

Lo sappiamo, questa estate è stata anche fin troppo anticipata, anche perché tecnicamente ancora nemmeno è estate. Abbiamo lasciato, infatti, solo 3 tre settimane fa i nostri poveri giubbotti di pelle rispolverati dall’armadio  – sempre meno utilizzati in primavera – per armarci subito di costume ed infradito. Insomma, le mezze misure, così come le mezze stagioni, è vero che non esistono più.

Caldo record

E se da una parte le giornate che si allungano e le temperature che aumentano sono piacevoli, dopo mesi di buio e freddo (piuttosto contenuto in realtà), essere catapultati in questa bolla di sudore, caldo ed aria stantia certamente lo è di meno. Sì, da una parte possiamo goderci già il mare i primi di giugno, ma siamo sicuri che sia un bene a lungo andare?

Il caldo anomalo di questi giorni, con picchi addirittura di 42 gradi in tutta Italia, non sembra ancora pronto a lasciare la nostra Penisola. Anche oggi, infatti, si registrano allerte rosse ed arancioni, soprattutto al Sud. Ma vediamo insieme cosa ci aspetta nella giornata di oggi e la prossima settimana.

Rosso, arancione e temperature record: è ancora caldo africano

Per la giornata di oggi, domenica 5 giugno, cinque città si sono guadagnate il bollino rosso per l’allerta caldo. Stiamo parlando di Roma, Perugia, Rieti, Frosinone e Campobasso. Come si legge nel bollettino meteo pubblicato dal Ministero della Salute: “Per questi capoluoghi, il ministero della Salute prevede il massimo dell’allerta per l’afa (livello tre). “Condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”.

Termometro

Ma non finisce qui. Con un livello di allerta due Latina, Palermo e Catania, sono tutte e tre città da bollino arancione per la giornata odierna, proprio perché il caldo potrebbe provocare problemi “alla salute, in particolare nei sottogruppi di popolazione più suscettibili”, come si legge sempre nel bollettino del Ministero. Ma cosa ci attende nei prossimi giorni.

Dopo giorni di afa ed aria stantia, pare che le temperature siano destinate a scendere, soprattutto al Nord, dove già da oggi si possono riscontrare le prima avvisaglie di maltempo e clima più mite e fresco. Da martedì, poi, tutto il Bel Paese si risveglierà sotto i 30 gradi, rispetto ai 38 fissi di questi giorni soprattutto al Sud. Tuttavia, la tregua dal caldo e dal sudore sarà davvero breve ed effimera, a tratti illusoria.

Il prossimo fine settimana, infatti, il termometro risalirà nuovamente, riportandoci a temperature decisamente fuori stagione per i primi di giugno. L’alta pressione Nord africana riscalderà da Nord a Sud tutta l’Italia già da venerdì 10 giugno, per un weekend davvero rovente ed infuocato. Insomma, prepariamoci, ancora una volta, al gran caldo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here