Vittorio Brumotti le prende anche all’estero | Il drammatico racconto: “Mi hanno picchiato e…”

0
343

Ha vissuto momenti di puro terrore tra le strade di Los Angeles l’inviato di Striscia La Notizia, circondato da un gruppo di persone armate che lo hanno malmenato e minacciato con una pistola

Vittorio Brumotti è abituato alle sfide ad alta tensione del suo lavoro in veste di inviato di Striscia La Notizia, spostandosi tra le zone dello spaccio di tutta Italia nel tentativo di arginare questa drammatica piaga sociale. Ma questa volta ha vissuto istanti di puro terrore arrivando persino a temere per la sua stessa vita. Ma non è accaduto in Italia bensì negli Stati Uniti, a Los Angeles, dove si trovava per trascorrere una vacanza in compagnia della fidanzata Annachiara Zoppas, anche lei sotto shock, e due amici.

Momenti di terrore
Paura per Brumotti, rapina violenta: “Mi hanno picchiato e messo una pistola in bocca”

Paura per Brumotti, rapina violenta: “Mi hanno picchiato e messo una pistola in bocca”

Tutto è successo in pieno giorno, come raccontato dal conduttore di Paperissima Sprint, biker ed inviato di Striscia con alle spalle una fitta serie di aggressioni per i suoi servizi contro lo spaccio di droga. Ancora scosso, pochi minuti dopo i fatti, Brumotti ha spiegato di essere stato rapinato in una stradina laterale: “Sono qui in vacanza con Annachiara. Stavo girando dei video con la bici sulla Pacific, la via principale della costa, e in lontananza vedo due ragazzi che si stanno picchiando – inizia così il drammatico racconto di Brumotti – Decido di allontanarmi, di cambiare strada, ma poco dopo mi accorgo che ci sono quattro persone che mi seguono in bici“. Da quel momento ha inizio un incubo con conseguenze per il suo corpo dal momento che verrà malmenato, minacciato e colpito alla testa con il calcio di una pistola.

è anche svenuto
Il drammatico racconto dell’inviato di Striscia

“Mai subito una violenza di questo tipo”

In pochi attimi succede davvero di tutto: “Mentre cerco di allontanare un mio amico e Annachiara – prosegue Vittorio – mi colpiscono in testa con il calcio di una pistola, mi buttano per terra, mi riempiono di calci e pugni, mi mettono un’altra pistola in bocca e mi levano l’orologio e lo zaino. Poi si girano verso Annachiara: io cerco di reagire, ma ero mezzo svenuto. Loro a quel punto decidono di scappare, lanciano via una delle pistole, che poi trovo io. Per fortuna, nel giro di poco tempo, interviene la polizia con diverse pattuglie e addirittura un elicottero”.

Annachiara era terrorizzata, ma è ok. Evidentemente mi stavano “marcando” da tempo: erano quattro ragazzi di colore, di circa 20 anni. Io sono un po’ abituato alle aggressioni, ma quello che è successo oggi è sicuramente il record di violenza che abbia mai subito“. Nel video, condiviso sulle pagine social di Striscia, Brumotti mostra anche una delle pistole che i malviventi hanno abbandonato a terra (o perso mentre si davano alla fuga). Un’esperienza terribile che l’amato biker si porterà dentro molto a lungo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here