Maradona, avvistato nuovamente il suo fantasma: le immagini shock – VIDEO

0
258

Il fantasma di Maradona torna a fare la sua comparsa su un campo di calcio durante un’intervista: le immagini che hanno scioccato il mondo.

La scomparsa di Diego Armando Maradona ha sconvolto tutti gli appassionati di calcio in giro per il mondo. Il compianto campione argentino ha lasciato un segno indelebile nella memoria collettiva con giocare al di là della comprensione umana, gesti tecnici e atletici che nessuno è riuscito a ripetere uniti ad una personalità carismatica e mediaticamente rilevante.

Sono passati quasi due anni da quando Diego è deceduto in casa a causa di un problema cardiaco. Il mese precedente era stato ricoverato in ospedale per un’operazione utile a rimuovere un coagulo di sangue nel suo cervello. L’intervento, a detta dell’equipe medica, era andato alla perfezione e dunque nessuno si sarebbe atteso quell’epilogo.

C’è chi ancora oggi non si capacità della drammatica scomparsa. In argentina soprattutto ogni evento inspiegabile è collegato subito al grande calciatore scomparso, come quando durante il derby tra River e Boca la palla è stata bloccata da una zolla e per i tifosi è stato invece merito del fantasma di Maradona. Oppure quando nella finalissima tra Argentina e Italia giocata qualche mese fa, tutti hanno visto l’ex Pibe de Oro che osservava l’albiceleste alzare il trofeo al cielo dagli spalti.

La saga di “apparizioni” di Diego è stata prolungata nelle scorse ore durante un’intervista di Sky Sport al vice allenatore del Dundee United. Durante la chiacchierata dell’emittente con Liam Fox, ad un certo punto è apparso un uomo che faceva jogging e che ricordava moltissimo Diego all’apice della sua carriera, quando sollevò la coppa del mondo nel 1986.

La maggior parte degli utenti web si sono limitati a sottolineare la curiosa somiglianza tra lo sconosciuto ed il campione scomparso, mentre in Argentina molti romantici hanno cominciato a scrivere che quello visto alle spalle del tecnico fosse in realtà il fantasma di Maradona. La somiglianza d’altronde è davvero impressionante e chiunque abbia visto il video non ha potuto fare a meno di notarla.

La leggenda di Maradona, il migliore di sempre fermato solo da scelte errate

Ciò che permise a Maradona di diventare un’icona di livello mondiale è stato proprio il suo essere personaggio. La sua carriera è stata straordinaria, ma è anche finita presto a causa di cattive abitudini che, tra le altre cose, gli impedirono di raggiungere livelli ancora più alti: non solo si allenava in maniera irregolare ma era solito indulgere nel consumo di alcol e cocaina. Sebbene la sua carriera si sia conclusa nel 1998, la fase calante era già iniziata nel 1991 (a 31 anni), quando il Napoli, consapevole delle sue cattive abitudini, aveva deciso di cederlo. Dopo un anno di inattività riprese la sua carriera in Spagna, dove però rimase per una sola stagione.

Nel 1993, insomma, la carriera del “Pibe de oro” era già finita, ma Diego sognava un ultimo mondiale con l’Argentina e decise di tornare a giocare nel suo Paese con la maglia del Newell’s Old Boys. Quell’annata gli servi per mantenere il posto nella nazionale e ottenere un pass per USA ’94, quello che può essere definito come il capitolo finale della sua vita professionistica. Autore di una prestazione spettacolare, Diego venne sottoposto agli esami anti doping e venne scoperto che era sotto effetto di stupefacenti, quindi squalificato dalla FIFA.

Sebbene avesse ingaggiato in quegli anni una querelle mediatica contro il massimo organismo mondiale del calcio, Diego era consapevole che la colpa di quanto era successo era solo la sua. Anni dopo, quando si era finalmente disintossicato, Maradona ammise le proprie colpe e si domandò cosa sarebbe potuto essere della sua carriera se non fosse caduto vittima dei vizi e delle cattive compagnie. Una domanda che si pongono tutti e alla quale non ci sarà mai una riposta, di certo però il suo modo di vivere la vita ha contribuito a costituirne la leggenda.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here