“Sono italiano, non sono bianco” | La bizzarra teoria del candidato sindaco a LA

0
328

Il miliardario Rick Caruso ha aggiunto che la sua eredità italoamericana lo rende “latino”, scatenando così un putiferio sui social media dopo queste sua bizzarra dichiarazione. 

Il candidato sindaco di Los Angeles, Rick Caruso, nel corso di un dibattito martedì scorso ha insistito sul fatto di non essere in realtà bianco, bensì italiano, e quindi “latino”. Caruso, che ha recentemente abbandonato i repubblicani sta affrontando per queste elezioni la sua diretta avversaria democratica Karen Bass che sta cercando di diventare la prima donna nera sindaca della città degli angeli.

Tony Ciccione

Le elezioni che si terrano il prossimo mese sono la conseguenza delle dimissioni dell’ex presidente del consiglio comunale Nury Martinez, dopo lo scandalo della registrazione audio che conteneva alcune sue osservazioni razziste. Eppure, le gaffe razziste non sembrano esser finite con le dimissioni di Nury Martinez.

Come riportato dalla NBC, durante il dibattito televisivo la conduttrice di Telemundo, Dunia Elvir, ha dichiarato: “Il prossimo sindaco di Los Angeles sarà una donna afroamericana o un uomo bianco”. A quel punto però è intervenuto Caruso con un lapidario: “Sono italiano“. La conduttrice ha provato a correggere l’imprenditore sottolineando il fatto che in realtà fosse italoamericano, ma Caruso ha insistito affinché la sua identità razziale fosse posta differentemente. “Significa che sono ‘latino’, grazie”, ha concluso.

A sostegno della sua tesi, sempre durante il dibatto, Caruso ha affermato di esser stato per decenni alla guida delle rivendicazioni delle comunità nere e latine di Los Angeles per offrire maggiori opportunità di istruzione e assistenza sanitaria. “Sono in contatto con la comunità latina, ma francamente il mio lavoro come sindaco è di entrare in contatto con ogni comunità: la comunità latina, la comunità nera, la comunità asiatica, giusto? La comunità ebraica”, ha spiegato Caruso, che si candida come democratico. Tuttavia, il commento sull’identità “latina” di Caruso ha suscitato una dura reazione da parte dei social – dal disprezzo alla presa in giro – che non hanno per nulla gradito.

Rick Caruso e quella “vita al massimo”

Su Twitter l’attivista Alberto Retana ha scritto dopo aver sentito Rick Caruso martedì sera:
“Wow, Caruso ha appena detto che è latino? Che non è bianco? Sono scioccato. Non possiamo lasciarglielo fare. Davvero terribile”. Per fare un po’ di chiarezza sul tema, è intervenuto anche Mark Hugo Lopez, direttore della ricerca sulla razza e le etnie presso il Pew Research Center.

il latino rick caruso

“Il termine ‘latino’ riguarda Europa meridionale”, ha spiegato Lopez come riportato dalla NBC. “Le persone si riferiscono a loro stesse come ‘latini’, e questo include persone che sono spagnole, portoghesi, francesi e italiane“. Ma nel linguaggio comune americano, “latino” si riferisce generalmente a persone che possono far risalire il loro lignaggio ai paesi dell’America Latina. “‘Latino’ e ‘Latinoamericano’ sono termini in realtà che negli Stati Uniti si possono riferire solo a persone dell’America Latina”, ha chiarito ancora Lopez, ponendo così fine alla stramba ipotesi paventata da Rick Caruso sulla falsariga di ‘Una vita al massimo’.

In una delle scene più memorabili del film, uno straordinario Dennis Hopper spiega al mafioso Christopher Walken come in realtà i siciliani siano discendenti dei neri a causa della dominazione araba in Sicilia che ha cambiato anche i connotati della popolazione locale da capelli biondi e occhi azzurri a capelli e carnagione scura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here