Dottore cancella debiti per 650mila dollari a 200 pazienti malati di cancro: “Non potevano permetterseli”

0
826

Regalo di Natale straordinario quello fatto da un medico oncologo ad oltre 200 pazienti malati di tumore: ha cancellato tutti i debiti che dovevano saldargli per le spese mediche sostenute

Circa 200 pazienti curati per il cancro in una clinica americana hanno scoperto, leggendo un biglietto di Natale ricevuto durante le festività, che tutte le loro spese mediche erano state cancellate. L’autore dello straordinario gesto è il dottor Omar Atiq, oncologo che ha fondato nel 1991 il centro oncologico e lo ha chiuso all’inizio del 2020, il quale ha affermato di aver deciso di cancellare il debito, che ammontava a circa 650mila dollari, dopo aver visto i suoi pazienti lottare per effettuare i pagamenti proprio mentre la pandemia di Coronavirus iniziava a manifestarsi negli Stati Uniti. La fantastica stocia arriva da Pine Bluff, in Arkansas: “Vedi pazienti che semplicemente non sono in grado di pagare – ha raccontato il dottore 60enne – Ci sono persone malate, specialmente di cancro ma anche di Covid, che hanno perso il lavoro e che stanno facendo qualsiasi cosa per sopravvivere. Abbiamo deciso di togliere ai nostri pazienti un peso aggiuntivo”.

LEGGI ANCHE ==>> Insegnante licenziato dopo 20 anni a causa del Covid: vince 250mila dollari al gratta e vinci

L’annuncio è stato fatto nel mese di dicembre inviando ai suoi pazienti dei biglietti di auguri nei quali si legge: “L’Arkansas Center Clinic è orgogliosa di averti come paziente. Sebbene le assicurazioni sanitarie paghino la maggior parte delle spese per gran parte dei pazienti, anche franchigie e quote di partecipazione possono essere gravose. La clinica ha deciso di rinunciare a quanto ancora dovuto dai suoi pazienti. Buone vacanze!”.

“Quei soldi non mi servivano”

Il dottore ha spiegato che sin dal primo giorno la politica del centro oncologico non è mai stata quella di rifiutare i pazienti senza un’assicurazione, pertanto una notevole quantità di denaro doveva essere ancora versata alla clinica, chiusa dopo che Atiq si è spostato a Little Rock, e che forniva servizi di oncologia come radioterapia e chemioterapia. “I farmaci chemioterapici – ha ricordato il medico – sono terribilmente costosi”. Inizialmente aveva tentato di riscuotere il debito notando che le persone facevano pagamenti da soli 5 o 10 dollari pur con parcelle da centinaia o migliaia di dollari. Si è reso dunque conto che, semplicemente, non avevano risorse per saldare i conti. Dopo averne parlato in famiglia ha deciso di condonare il debito, dato che di quei soldi non aveva bisogno. I titolari dell’agenzia di recupero crediti con la quale Atiq stava collaborando lo hanno definito “un gesto gentile e senza precedenti per la nostra azienda, compiuto da un medico molto speciale. I pazienti di oncologia devono affrontare sfide molto difficili, ancor di più durante la pandemia. Che meraviglioso regalo di Natale ha fatto loro”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here