Polizia ceca violenta contro 40enne senza mascherina: fermato a terra davanti al figlio di 3 anni – VIDEO

0
884

In Repubblica Ceca il numero di contagi continua ad essere superiore alle 10.000 unità per giorno (numeri enormi, in una nazione da nemmeno 11 milioni di abitanti – meno di un quinto dell’Italia) e il Governo non sa più che pesci prendere.

In tal senso, abbiamo già scritto un articolo una decina di giorni fa e le cose non sembrano cambiate particolarmente.

LEGGI ANCHE => Coronavirus, il caso Repubblica Ceca: come stanno le cose? I trionfalismi di marzo 2020 e il pressapochismo di marzo 2021

Torniamo a parlare della piccola Repubblica Ceca perché hanno fatto molto discutere le immagini di un intervento della polizia nella piccola cittadina di Uherske Hradiste, nell’area di Zlin.

Un uomo di 40 anni è stato fermato dalla polizia dopo essere andato a prendere il figlio all’asilo, dimenticandosi di portare con sé la mascherina.

L’uomo sarebbe stato quindi sbattuto a terra e ammanettato davanti al figlio di 3 anni, evidentemente sotto shock.

Immagini che hanno scatenato un tam tam sui social e che hanno portato il sindaco della cittadina Stanislav Braha a prendere posizione:

“Quando il video è arrivato ieri sera (la vicenda è accaduta mercoledì scorso, ndr) sono rimasto scioccato. Il pianto di un bambino, la procedura degli agenti di polizia, l’uomo a terra “, ha scritto Blaha in un post su Facebook.

“Ma il video non riporta com’è accaduta l’intera vicenda”: ha aggiunto Blaha, spiegando come – sebbene avrebbe avuto “un approccio diverso” fosse stato nei poliziotti – l’uomo si sarebbe ripetutamente rifiutato di ascoltare le indicazioni date dalle forze dell’ordine.

“Gli agenti di polizia hanno visto un uomo senza mascherina. Gli hanno intimato di indossarla. Era per strada e, anche se dal video sembra sia vuota, non si trovava da solo… L’uomo ha rifiutato. Più volte” e – dopo aver rifiutato di fornire la propria identità alle forze dell’ordine – “ha iniziato ad allontanarsi dagli agenti di polizia” assime al figlio.

E’ arrivato così il deciso intervento (ad usare un eufemismo) delle forze dell’ordine, che ha fatto tanto discutere.

Stando ai media locali, i poliziotti sarebbero stati poi sospeso dal servizio, con il capo della polizia che avrebbe esteso le proprie scuse formali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here