Cos’è il 6g? Quando sarà disponibile? Il futuro dopo il 5g

0
155

Il mondo si sta adattando al 5g, ma il settore tecnologico della telefonia mobile studia già il 6g: scopriamo cos’è e quando arriverà.

Si è fatto un gran parlare in questi ultimi anni del 5g e della sua implementazione in Italia. Al momento, infatti, la tecnologia mobile nel nostro Paese non è pienamente supportata e tra le varie proposte avanzate dal nostro governo per la richiesta di finanziamento all’Unione Europea nell’ormai famigerato Recovery Plan che ha fatto cadere il governo Conte Bis. Ma di cosa si tratta? Perché l’implementazione di una rete 5g è così importante per l’evoluzione tecnologica del nostro Paese?

La rete 5g non è altro che un’evoluzione di quella precedente che permette ai dispositivi cellulari di connettersi ad una maggiore velocità e con minori tempi di latenza. Si tratta di una banda larga per smartphone, la cui utilità consiste proprio nella possibilità di accorciare i tempi di caricamento delle pagine e di invio di dati. Con la rete 5g, inoltre, un numero maggiore di dispositivi si può collegare ad una sola antenna. Per quanto efficace, tale tecnologia è ancora limitata e potrebbe riscontrare delle problematiche di funzionamento a causa del numero di dati da trasmettere rapidamente.

Leggi anche ->Guardate lo smartphone appena svegli? Non fatelo: medico spiega il perché

Cos’è il 6g e quando sarà disponibile

Consapevoli che prima o poi si arriverà all’intasamento delle linee e che la gestione dei dati sarà problematica in futuro, si pensa già alla creazione della rete 6g. Al momento è difficile dire di cosa si tratterà e quali saranno le sue caratteristiche, visto che ci troviamo solo nella fase embrionale dello sviluppo. L’idea di base, però, è quella di implementare l’intelligenza artificiale nella gestione delle reti. In questo modo sarebbero proprio le IA a gestire l’enorme mole di dati e permettere di velocizzare la trasmissione.

Leggi anche ->Playstation 5, i negozi europei pensano alle lotterie per combattere il bagarinaggio

Considerato il fatto che oggi come oggi si sta cercando di fare diventare la rete 5g uno standard condiviso per tutta la popolazione e per tutte le zone del mondo, l’arrivo della rete 6g appare alquanto distante per il momento. L’ipotesi più accreditata e che ci si possa arrivare entro il 2030 o comunque nel corso degli anni ’30 e dunque del prossimo decennio. Nel frattempo sicuramente giungeranno notizie più concrete sul suo funzionamento e sui suoi relativi vantaggi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here