Nasce il centrodestra di governo, Berlusconi infuriato con i suoi per l’astensione sul coprifuoco

0
408

Dopo l’uscita dall’aula durante la discussione sul coprifuoco e la mozione di sfiducia contro Speranza nasce il centrodestra di governo.

C’è stata un minimo di confusione la scorsa settimana nella maggioranza. La Lega ed in particolar modo Salvini hanno contestato le scelte del governo Draghi sulle riaperture e sul coprifuoco. Secondo il leader leghista, infatti, sono state tralasciate alcune riaperture importanti come quella del settore wedding, inoltre la decisione di mantenere il coprifuoco alle 22 è stata vista come una mazzata al settore ristorazione e turismo. Ne è conseguito che la Lega e gli altri componenti del centrodestra di maggioranza non hanno partecipato alla discussione sul coprifuoco.

Una decisione, questa, che ha fatto imbufalire Silvio Berlusconi, il quale vorrebbe dare coerenza alla scelta presa in sede di formazione governo e appoggiare Draghi invece di fare opposizione sterile. Dopo il fallimento della mozione di sfiducia a Speranza, una delle mozioni meno votate della storia politica moderna, ecco dunque che è stato formato il centrodestra di governo. Da qualche giorno, infatti, girano delle veline firmate con questa dicitura, un modo per differenziarsi dal centrodestra rimasto all’opposizione, ovvero Fratelli d’Italia.

Centrodestra di Governo: polemiche sui social contro Salvini

L’idea di creare questa coalizione interna alla maggioranza è stata di Berlusconi e Salvini, i primi a concordare sulla necessità di una commissione d’inchiesta sull’operato di Speranza. Commissione alla quale si sono uniti nelle ultime ore anche Udc e Cambiamo!. In questo modo i partiti di centro e quelli di destra che hanno appoggiato il governo, vogliono dimostrare che l’operato del Ministro della Salute sarà tenuto sotto stretta osservazione e in caso di errore non verranno fatti sconti.

Leggi anche ->Tafferugli fra Salvini e Tommaso Zorzi: quel pomo della discordia che è il DDL Zan

La decisione, però, non è stata compresa dai sostenitori della destra ed in modo particolare da quelli della Lega. Si teme che sotto operato finisca anche l’operato delle regioni (14 delle quali sono in mano al centrodestra) e che la commissione abbia un effetto boomerang anche sui consensi. Per sgonfiare le polemiche sui social della Lega è apparso un post intitolato ‘Facciamo Chiarezza’, nel quale si legge: “stare fuori a guardare oppure lottare all’ interno del governo, praticamente soli contro tutti?”.

Leggi anche ->Speranza, arriva la conferma della fiducia, Fratelli d’Italia messa all’angolo

Anche il post è stato bersagliato dalle critiche e i sostenitori della Lega si scagliano soprattutto contro Salvini, il quale però non si preoccupa più di tanto: “ben presto, quando le persone potranno andare al bar e in vacanza, la narrazione cambierà”. Successivamente ha stemperato la situazione con una battuta: “Non butto a mare il governo per uno Speranza”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here