19enne si suicida sotto la guida di un “consulente della morte”: “Potevo chiamare la polizia ma..”

0
1067
Morti via Chat

“Avrei potuto chiamare la polizia ma non l’ho fatto…” sono le parole di vanto di un uomo, anonimo nella sua identità, ma conosciuto come un ‘coach della morte‘, una persona che dà indicazioni su come morire nel migliore dei modi a tutti coloro che lo cercano, principalmente adolescenti troppo fragili, avvezzi a internet ma non troppo alla vita e al dolore.

LEGGI ANCHE=> Il Bambin Gesù lancia l’allarme: “Troppi tentativi di suicidio dei giovanissimi durante il Covid”

Paolo, e le istruzioni della morte

Il caso di Paolo, nome fittizio, è l’ultimo in ordine cronologico e il più sconvolgente, perché per la prima volta gli inquirenti hanno potuto visionare queste chat dal topic molto sinistro.
Paolo è morto il 13 Febbraio del 2020 in seguito a una delusione d’amore e altre angosce della sua età, per aver ingerito un mix di veleni tra cui il nitrato di sodio.

Come aveva già fatto il 26 aprile uno studente a Bassano del Grappa durante una lezione a scuola tenuta con la Dad e come farà, sempre a Roma, Fabio, un 19enne il 9 dicembre del 2020 in un albergo alle spalle di Termini.

Per compiere il gesto estremo Paolo si affida a un consulente, un interlocutore che rimane sempre anonimo e che non cerca mai di dissuadere il ragazzo dal suo proposito e si vanta di non averlo mai fatto nemmeno nei precedenti ‘rapporti di lavoro’: Dove è la libertà di prendere le scelte sulla propria vita? Io avrei potuto chiamare la polizia per Michelle e non l’ho fatto”.

LEGGI ANCHE => “Questo è il mio ultimo post”: 18enne annuncia il suicidio su TikTok prima di impiccarsi

La chat inizia con la foto inviata del nitrato di sodio appena acquistato e prosegue con la spiegazione delle modalità d’ingestioni più efficienti per morire: Questa combinazione l’ hanno già usata diverse persone in Gran Bretagna. Ma dal momento che con questo mix di sostanze ci hanno riprovato, evidentemente non ha funzionato bene. Un regime di 48 ore prima (con l’utilizzo di una serie di sostanze) è molto raccomandato.”

La sera della risoluzione delle intenzioni, i due hanno un ultimo scambio di battute.

-“Sarò triste quando te ne andrai, se hai qualche domanda io sono qui“.
– “Posso mangiare un pezzo di cioccolato prima?”
-“Solo un pezzo. Ho deciso di adottare il metodo rapido delle otto ore prima. Con tutta quella sostanza che hai ingerito prima non vomiterai, non preoccuparti“.

I forum della morte

La morte di Paolo ha devastato i genitori, che troppo tardi si accorgono di quanto sia facile procurarsi la morte e trovare qualcuno disposto ad aiutare.

I ‘Forum della morte’ sono facili da trovare online, senza bisogno di addentrarsi nei meandri del deepweb.

App di messaggistica come telegram e altri forum che non consentono l’archivio chat sono i mezzi perfetti per connettersi con persone le cui modalità d’azioni non sempre sono né etiche né morali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here