Spara al suo socio d’affari e lo ferisce: ancora guai per un “pistolero” d’area leghista

0
374

Ancora un politico “Pistolero”: a Licata un consigliere comunale ha sparato al suo socio in affari dopo l’ennesima lite d’affari.

Una settimana fa ha fatto scalpore la sparatoria avvenuta in un bar di Voghera in cui ha perso la vita un giovane immigrato. Ad aprire il fuoco contro il cittadino straniero è stato un assessore della Lega, il quale successivamente si è giustificando dicendo che era spaventato dal comportamento della vittima. Una situazione complessa, sulla quale sta indagando la procura locale e sulla quale avremo aggiornamenti nei prossimi giorni e nelle prossime settimane.

Ieri un altro politico di area leghista, è stato eletto nel 2018 proprio con il partito di Matteo Salvini, ha aperto il fuoco contro un uomo disarmato. In questo caso non si è trattato di uno scontro a fuoco dettato da una situazione estemporanea, ma di un azione premeditata, legata a delle questioni in sospeso tra l’uomo con la pistola ed il suo bersaglio.

Leggi anche ->E’ giallo sul carabiniere morto dopo la partita di calcio: troppe lesioni, la famiglia apre un’inchiesta

Consigliere comunale spara al socio d’affari e si consegna alle forze dell’ordine

L’aggressione con arma da fuoco ha avuto luogo ieri sera a Licata, non distante dal Comune del paese in provincia di Agrigento. I due protagonisti della vicenda sono ben noti alla cittadinanza e tutti sapevano che tra loro c’erano attriti legati alle gestione di un’attività in comune. Da mesi il consigliere ed il suo socio in affari, con il quale gestisce un’agenzia di onoranze funebri, litigavano furiosamente.

Leggi anche ->Gad Lerner e Fedez attaccano la Lega per i fatti di Voghera: è polemica

Quello di ieri, dunque, è stato solo l’ultimo di una serie di liti e si è concluso con il consigliere che ha sparato al socio. Per fortuna solo uno dei colpi esplosi dalla pistola ha colpito il bersaglio, ferendolo in maniera non grave ad un braccio. L’autore dell’aggressione, Gaetano Aronica, poco dopo si è presentato ai Carabinieri con il suo avvocato. Adesso il consigliere comunale è accusato di tentato omicidio e possesso illegale di arma da fuoco. Subito dopo l’accaduto la Lega ci ha tenuto a precisare che Aronica non ha mai fatto parte della Lega: “Non è mai stato tesserato al partito”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here