Afghanistan, quale sarà il destino delle donne? Emblematico quanto successo nelle prime 48 ore talebane

0
273
donne afghane

Quello che sta succedendo in questi ultimi giorni in Afghanistan, con l’ingresso dei Talebani a Kabul e con la reintroduzione della Shari’a, la legge coranica, sta facendo il giro del mondo. Questo soprattutto dopo le immagini che sono state girate all’aeroporto di Kabul. E a quanto pare nelle ultime 48 ore a Kabul è cambiato tutto.

Leggi anche -> Afghanistan, i talebani sulle donne: “Dovrebbero far parte del governo a patto che…”

La CNN ha pubblicato un articolo dove mette in evidenza come le strade della capitale afghana siano sempre affollate e piene di persone e di mercanti che sistemano la loro merce, ma l’elemento che balza subito all’occhio è la quasi totale assenza di donne in strada. Dal momento in cui i Talebani hanno preso il comando le donne non sono quasi mai uscite dalle loro case.

I Talebani hanno affermato che i diritti delle donne saranno tutelati, ma queste si sono ben guardate dall’uscire di casa e sono terrorizzate da quelle stesse persone che vent’anni fa le avevano ridotte a un elemento poco più che accessorio della società. E questo sempre secondo la legge della Shari’a, che prevede come uomini e donne siano differenti e che la libertà femminile venga limitata con l’obbligo  di un tutore uomo, soprattutto negli eventuali viaggi fuori dal Paese.

La Shari’a è una raccolta di leggi che può essere interpretata in moltissimi modi differenti e questo implica ovviamente anche una lettura più o meno radicale delle norme. Ad esempio la questione dell’hijab, il velo, che deve essere obbligatoriamente indossato dalle donne. In questo caso alcune interpretazioni più radicali non si limitano all’obbligo dell’hijab, ma impongono l’uso del burka, ovvero l’abito che compre interamente ogni singolo centimetro della donna.

Incremento delle vendite di hijab e burka, la paura degli uomini per mogli e figlie

E proprio con il ritorno della Shari’a in Afghanistan i mercanti e i negozi di abbigliamento di Kabul hanno avuto un incremento di vendite di non poco conto di uno dei capi per cui la nazione era divenuta nota all’inizio del nuovo millennio.

Intervistato dalla CNN un negoziante ha ammesso di aver venduto moltissimi burka negli ultimi due giorni. Lo stesso negoziante ha detto che i suoi clienti sono spaventati e di conseguenza stanno comprando burka per mogli e figlie, perché solo in questo modo saranno al sicuro nelle strade.

E sebbene i Talebani insistano nel dire che la vita debba procedere normalmente, il rischio che i Talebani possano stravolgere queste stesse regole da un momento all’altro è assolutamente da considerare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here