Scopre degli intrusi sul suo yacht: le immagini del “blitz” diventano virali – VIDEO

0
351
festino yacht genova

Nel giro di pochi giorni è diventato virale il video girato dall’amico di un imprenditore che, mentre si trovava in vacanza in Trentino, era stato avvertito del fatto che fosse stato organizzato un festino abusivo sul suo yacht ormeggiato nel porto di Genova.

Leggi anche -> Paese che vai, rave che trovi: a pochi km da importanti focolai, le feste illegali

L’imprenditore aveva quindi deciso di incaricare l’amico di andare a controllare la situazione: con lo smartphone in mano quindi l’uomo è arrivato nei pressi dello yacht constatando che la scaletta di accesso fosse aperta, quando invece “io l’avevo chiusa”.

Salito sull’imbarcazione ha aperto poi lo sportello che porta alla stiva ed è qui che si è trovato davanti a un uomo in mutande reduce dal festino abusivo.

A questo punto ha chiesto all’uomo chi fosse, e se la barca fosse sua. La risposta ovviamente è stata negativa e l’autore del video ha cominciato a imprecare contro il malcapitato ordinandogli di scendere dalla barca.

Schiaffi e bestemmie all’indirizzo dell’intruso scoperto sullo yacht

Le frasi rivolte verso il festaiolo fanno sicuramente sorridere: “Esci fuori che ti suono come un tamburo“; “Ti prendo per la testa e ti ammazzo“.

Parole che, nell’abusivo sulla barca, hanno sicuramente sortito l’effetto desiderato con l’intruso che – terrorizzato – se l’è data a gambe levate.

Il video, che potete vedere di seguito, fa vedere come l’uomo implori che non gli venga fatto del male, chiedendo di potersi prima vestire. L’autore del filmato lo colpisce, tra una bestemmia e un’imprecazione, persino con uno schiaffo.

Il festino è finito decisamente in modo grottesco e ha avuto un effetto virale, visto che il video ha fatto il giro di migliaia di smartphone, diventando ovviamente una fantastica base per la creazione di meme.

Infine l’amico del proprietario dello yacht, dopo questo epico “blitz”, ha avvertito la Guardia di Finanza, che ha identificato le persone presenti sull’imbarcazione (due uomini e una donna).

Ora i tre rischiano una denuncia per violazione di domicilio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here