El Salvador scrive nuovamente la storia delle cripto: primo Bitcoin estratto grazie un vulcano

0
66

Dopo aver legalizzato il Bitcoin come moneta di Stato, il presidente di El Salvador ha mostrato la prima estrazione con energia 100% naturale.

Ormai da diverso tempo il Bitcoin, la criptovaluta più diffusa e di maggiore valore al mondo, è una realtà che non può essere più ignorata. La crescita del valore di questa moneta digitale è stata tale da fare interessare le banche mondiali e gli Stati al mercato di criptovalute per prendere delle contromisure alla diffusione. L’indirizzo generale, infatti, per il momento è di non considerare il Bitcoin come una valuta valida e dunque di non permettere il cambio monetario equivalente al valore di mercato.

In controtendenza per il momento è andato solo El Salvador: nello Paese centro americano, infatti, il presidente Nayib Bukele ha deciso di rendere legale il Bitcoin, facendolo diventare una moneta di Stato. Una scelta che è stata criticata sia dalla cittadinanza che dagli esperti finanziari del Paese, che ritengono rischiosa una simile mossa. Dopo la legalizzazione tutte le aziende saranno costrette ad accettare pagamenti in Bitcoin e la cittadinanza è stata spronata all’utilizzo della criptomoneta con dei buoni equivalenti a 30 dollari che possono essere spesi per qualsiasi cosa.

Leggi anche ->PES 2022 è un flop? I commenti più cattivi a eFootball e la nostra opinione

El Salvador, estratto il primo Bitcoin grazie ad un vulcano

Nel giorno in cui Bukele ha annunciato la legalizzazione del Bitcoin, ha anche spiegato che a El Salvador le fabbriche di mining non avrebbero causato danni all’ambiente. Una delle principali criticità riguardanti la criptovaluta infatti è l’enorme quantitativo di energia necessario ad effettuare i calcoli necessari per l’estrazione. Il presidente aveva spiegato che le fabbriche di estrazione sarebbero state alimentate con energia al 100% naturale.

A distanza di 21 giorni da quell’annuncio e da quella promessa, Bukele ha mostrato su Twitter il progetto di costruzione di una fabbrica di mining interamente alimentata dall’energia geotermica dei vulcani presenti sull’isola. Fiero del risultato raggiunto, ha anche fatto vedere il primo bitcoin estratto grazie all’energia pulita.

Leggi anche ->Il PSV Eindhoven sarà pagato in Bitcoin: lo sponsor degli olandesi pagherà il club così

Insomma El Salvador ha scritto un’altra pagina di storia delle criptovalute. Quale sarà l’evoluzione di questo lo scopriremo solo con il tempo. Per il momento infatti i rischi sono considerati molto alti, ma in un mondo in cui le monete digitali dovessero prendere il sopravvento su quelle correnti, Bukele sarebbe visto come un pioniere e dovrebbe essere preso come esempio.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here