Cos’è Binance, nuovo sponsor della Lazio? Le criptovalute sempre più “nel pallone”

0
57

Dopo una lunga trattativa portata avanti in segreto la Lazio ha ottenuto come main sponsor Binance: scopriamo di cosa si tratta.

Da circa due anni Claudio Lotito non riusciva a trovare uno sponsor principale per la sua Lazio. Dopo aver dovuto rinunciare a Marathon Bet in seguito all’approvazione del Decreto Dignità, infatti, il patron dei biancocelesti aveva faticato a trovare una società che sponsorizzasse il suo club. Così a partire da giugno è stata avviata in gran segreto una trattativa in Svizzera con Binance, piattaforma online per lo scambio di criptovalute e di asset digitali.

Oggi è stato finalmente firmato un accordo triennale che porterà nelle casse biancocelesti 30 milioni di euro, 10 a stagione, cifra ottenibile con il raggiungimento di risultati alla portata del club di Lotito che porteranno allo sblocco di bonus monetari. Il prossimo giugno, alla fine di questa prima stagione, Binance deciderà se rinnovare l’accordo per un altro biennio. L’annuncio è stato fatto dal Ceo e fondatore della società cinese (con base a Singapore ma diverse filiali in Europa) ChangPeng Zao.

Leggi anche ->Tre protagonisti della scorsa Serie A pronti a tornare in panchina: le voci su Gattuso, Conte e Pirlo

Binance sponsor della Lazio: le criptovalute sempre più presenti nel calcio

La Lazio è solo l’ennesimo club di calcio che decide di farsi sponsorizzare da una società che si occupa della creazione di Fan Token. Le prime squadre italiane ad aver scelto un simile partner sono state Milan e Juventus, squadre da tempo collegate a Socios, una piattaforma per la creazione di Fan Token derivata dalla criptovaluta Chilliz. Nella primavera scorsa anche l’Inter ha trovato un accordo con Socios, aggiungendosi ad una lunga lista di società importanti come Paris Saint-Germain, Barcellona, Atletico Madrid, Manchester City.

Leggi anche ->Dazn nella bufera, tre club minacciano di fare causa: in ballo centinaia di milioni

Prima della Lazio in estate era giunta anche la Roma che da quest’anno sfoggiano sulla maglia il simbolo della texana DigitalBits. E ancora il Rimini, divenuta la prima società sportiva ad essere acquistata interamente in criptovaluta. La Fiorentina sfoggia sulla maglia Ntf dopo aver stretto un accordo con la startup Genuino ed il Milan porta sulla manica come sponsor BitMex. Insomma le criptovalute sono sempre più centrali nel futuro del calcio, anche perché in questo momento permettono accordi commerciali decisamente più remunerativi di quelli ricevuti in passato o che possono offrire altre aziende.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here