“Frequento i bar gay”: la rivelazione di Daniel Craig che spiega il perché

0
56

L’attore Daniel Craig, da anni ormai il volto dell’agente segreto James Bond, ha dichiarato che ama frequentare i bar gay: ecco il motivo.

L’ultima iterazione della storica saga di 007, ‘No Time To Die’, è appena arrivata nei cinema di tutto il mondo e il protagonista Daniel Craig è impegnato nella promozione della pellicola e nelle interviste di rito. Sappiamo che questo quarto film di James Bond sarà per lui anche l’ultimo: l’attore ha da tempo dichiarato di non voler più interpretare il ruolo per dedicarsi ad altro.

La produzione ha spiegato che non verrà scelto un successore fino al prossimo anno e dunque che tutte le voci e le ipotesi fatte in questo momento non si basano su dati reali ma su convinzioni personali o attori che hanno un profilo plausibile per interpretare il ruolo. Ciò che è certo è che sarà difficile sostituire Daniel Craig. Con lui protagonista, infatti, i fan della saga avevano finalmente trovato un interprete che potesse reggere il confronto con Sean Connery e Roger Moore.

Quello di 007 infatti è un ruolo difficile per gli attori, interpretare la spia più nota al mondo è un’arma a doppio taglio perché potrebbe dare un boost alla loro carriera o affossarla. Gli esigenti fan della serie sono ancora legati all’immaginario dell’inizio e al primo interprete seriale, ovvero Sean Connery, e rivaleggiare con la sua ingombrante ombra non è assolutamente facile.

Leggi anche ->GF Vip, arriva la dura replica della fidanzata di Amedeo Goria sulla gravidanza

Daniel Craig ammette: “Amo andare nei bar gay”

Per riuscire nell’impresa di essere apprezzato come James Bond, Daniel ha interpretato una spia alle sue prime armi, per nulla ironico e nemmeno così convinto delle proprie abilità investigative e con le donne. L’attore non ci tiene ad avere un’aura da “Macho” nemmeno nella vita di tutti i giorni e lo dimostra il candore con cui ha ammesso che gli piace frequentare i bar per gay.

Leggi anche ->Il quinto matrimonio a 78 anni: fiori d’arancio per la leggenda del Rock

In un’intervista concessa al podcast Lunch with Bruce, Craig ha confidato: “Vado nei bar gay da quando ho memoria”, quindi ne ha spiegato la ragione principale: “Uno dei motivi: perché non mi capita spesso di litigare nei bar gay”. Di quei luoghi ama la serenità di chi li frequenta: “Sono semplicemente un bel posto dove andare. Tutti sono tranquilli, tutti. Non devi per forza dichiarare la tua sessualità, e sono posti molto sicuri in cui stare”. Inoltre pare siano un ottimo posto dove conoscere belle donne: “E puoi incontrare anche molte ragazze lì, perché molte ragazze ci vanno esattamente per lo stesso motivo per cui ci vado io”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here