Giorgia Meloni chiede le dimissioni della Lamorgese: “Ha agevolato l’attacco alla Cgil. Ecco le prove”

0
261

Giorgia Meloni dopo l’emersione della ricostruzione del corteo di sabato fatta dalla Questura di Roma chiede le dimissioni di Lamorgese.

Sabato scorso il corteo No Vax e No Green Pass guidato da alcuni esponenti di Forza Nuova ha gettato scompiglio nella Capitale. I manifestanti hanno infatti distrutto la sede sindacale della Cgil, causato scontri e seminato il panico. Dopo l’accaduto gli esponenti del governo hanno chiaramente condannato l’atto, in particolare Enrico Letta ed il PD hanno indetto una manifestazione per protestare contro un atto considerato di squadrismo e contro l’esistenza di gruppi politici che richiamano al fascismo. Una manifestazione che avrà luogo domani a Roma e a cui parteciperanno diversi esponenti politici.

Ovviamente gli orchestratori dell’assalto sono stati arrestati e per il momento rimangono in stato di fermo. Sulle dure parole di M5S e PD si sono trovati in disaccordo gli esponenti di Fratelli d’Italia, i quali hanno da subito puntato il dito contro la gestione delle manifestazione da parte della polizia della Capitale. Chiaramente l’attacco era rivolto principalmente al ministro dell’Interno Lamorgese, reo secondo FdI di aver permesso che un soggetto come Castellino, su cui vige un Daspo per le manifestazioni e che un’ora prima aveva dichiarato le proprie intenzioni, arrivasse fino alla sede del sindacato.

Leggi anche ->“Ho succhiato il sangue delle mie vittime”: linciato un 20enne accusato di vampirismo

Giorgia Meloni chiede le dimissioni del ministro Lamorgese

Questa mattina il leader di FdI Giorgia Meloni ha rinnovato l’attacco al ministro sulla base di quanto pubblicato dal quotidiano La Verità. Sul giornale, infatti, è stato riportato parte di un documento della questura sulla manifestazione di sabato. In questo si legge che la polizia ha permesso la manifestazione e persino l’incontro per un colloquio tra Castellino ed un rappresentate della Cgil.

Dopo aver pubblicamente letto l’estratto del verbale, la Meloni chiede le dimissioni del ministro: “Apprendiamo dalla stampa che sabato scorso a Roma le autorità hanno ‘permesso’ ai manifestanti ‘di effettuare un percorso dinamico verso i locali della Cgil’. Quindi le violenze non sono solo state permesse, sono state agevolate! Ma vi rendete conto? Mi aspetto che il Pd, il M5S e la sinistra abbiano la decenza di ammettere i propri errori. Di chiedere scusa per aver tentato di gettare sull’opposizione responsabilità che sono esclusivamente e volutamente del governo. E di far dimettere oggi stesso, per manifesta incapacità quando non per spaventosa strategia, Luciana Lamorgese dal ministero dell’Interno”.

Leggi anche ->Scontri a Roma 9 ottobre 2021: arrestati nella notte i due leader di Forza Nuova

Ospite di ‘L’Aria che Tira’ su La 7, Carlo Calenda ha commentato in questo modo le parole della Meloni: “Queste parole la Meloni se le deve scordare…Quello che lei ha letto è un atto gravissimo sulla gestione della manifestazione, ma è un atto gravissimo sulla gestione della manifestazione senza arrivare a dover dire che la violenza è stata agevolata”. Insomma per lui non c’è assolutamente motivo di alzare i toni, perché un simile comportamento non può che agevolare il clima di tensione, infatti conclude: “Se la Meloni avesse detto: ‘Sembra ci sia stato un grave errore’, avrei detto ‘Ha ragione'”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here