Arrestato imprenditore 55enne: le gravissime accuse, tra associazione a delinquere e pedopornografia

0
296
renato crotti

Renato Crotti era considerato fino a ieri un personaggio di grande spessore, capace di realizzare una Onlus con lo scopo di raccogliere fondi per sostenere il sistema sanitario nella lotta al Covid-19. 

Tuttavia, negli ultimi giorni è emerso uno scenario davvero inquietante. Il 55enne, oltre a gestire l’Associazione Uniti per la provincia di Cremona, aveva creato un falso profilo social per adescare minorenni.

E’ quanto riporta “Il Giornale”, che sottolinea come Crotti utilizzasse il nome falso di Federica Banardi per contattare adolescenti in chat – la maggior parte di sedici anni – e convincerli a scambiare materiale pedopornografico, come video e foto. Non contento, Renato Crotti riusciva ad organizzare anche incontri a sfondo sessuale con le sue vittime.

LEGGI ANCHE => Chat control per contrastare la pedopornografia: l’UE approva ma l’80% degli intervistati è contrario

Ma com’è stato possibile risalire alla sua identità? E’ sempre “Il Giornale” a precisare che il 55enne era già tenuto sott’occhio dalla Procura di Cremona per associazione a delinquere.

Tramite questa attività, secondo gli investigatori, Crotti aveva sottratto 250.000 euro proprio dalla onlus, messa in piedi a marzo 2020 per raccogliere le donazioni dei cittadini cremonesi e garantirle agli ospedali e alle istituzioni impegnate in prima linea per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

Renato Crotti accusato di prostituzione minorile e pedopornografia

Nel corso dell’indagine è venuto fuori che dietro quel profilo che adescava minorenni in chat c’era proprio Renato Crotti. Il 55enne è stato arrestato con l’accusa di prostituzione minorile e possesso di materiale pedopornografico.

LEGGI ANCHE => Pedofilia nel palermitano: lei aiutava lui ad adescare minorenni online, arrestati

La “chiave” è stata la dichiarazione resa alla Guardia di Finanza da una persona che era stata coinvolta da Crotti per effettuare alcuni lavori, pagati proprio con i soldi dell’associazione. Il soggetto in questione ha raccontato di aver avuto anche scambi di prestazioni sessuali con il 55enne quando frequentava ancora il terzo e quarto anno delle superiori (pertanto era ancora minorenne, ndr).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here