Lutto nel mondo del calcio, morto l’iconico manager di Rangers e Scozia Walter Smith

0
221

Il mondo del calcio piange la scomparsa di un grandissimo protagonista: nelle scorse ore si è spento l’ex manager Walter Smith.

Il calcio scozzese e britannico in generale piange la scomparsa di un grandissimo allenatore, uno che ha fatto la storia dei Rangers di Glasgow, squadra che sotto la sua guida ha letteralmente vinto tutto: Walter Smith. L’ex allenatore si è spento nelle scorse ore stretto nell’abbraccio dei suoi cari e la notizia è divenuta di dominio pubblico poco fa.

Come detto Walter Smith è stato per diversi anni l’allenatore, anzi per l’esattezza il manager dei Rangers di Glasgow, squadra storica con cui ha vinto 10 Scottish Premier League, 5 Scottish Cup, 6 Scottish League Cup e una Coppa Uefa, in due diverse trance della sua carriera. Nel mezzo la prima esperienza con la nazionale Scozzese dal 1998 al 2002. Nel 2003/2004 ha fatto da secondo a Sir Alex Ferguson nel Manchester United, prima di tornare ai Rangers e nuovamente alla nazionale scozzese nel 2007.

Leggi anche ->David Beckham travolto dalle critiche: “Hai venduto l’anima”. Di cosa lo accusano?

Morte Walter Smith, il cordoglio del mondo del calcio

Data l’importanza avuta nel calcio britannico, la notizia della scomparsa di Walter Smith ha colpito tutti i tifosi che da quando è emersa stanno scrivendo messaggi di cordoglio alla famiglia. Non poteva mancare ovviamente il comunicato ufficiale dei Rangers, nel quale si legge: “E’ con profondo dolore che dobbiamo annunciare la morte del nostro ex allenatore, presidente e leggenda Walter Smith”.

Leggi anche ->Supercoppa Italiana, quando e dove si giocherà Inter-Juventus? Le ipotesi

L’attuale presidente della società, Douglas Park ha poi aggiunto personalmente: “Come portavoce della dirigenza dei Rangers, dello staff e dei calciatori io mando le mie più profonde condoglianze alla famiglia Smith. Walter ha lasciato una moglie, dei figli e dei nipoti, a cui vanno i nostri pensieri e le nostre preghiere in questo momento doloroso”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here