La crisi tra la Principessa Charlene e il Principe Alberto continua a tenere banco: lei non sarebbe tornata a casa

0
226

La Real Coppia di Monaco fa parlare di sé da diversi mesi ormai e con discreta costanza noi stessi ne abbiamo seguito le vicende. Il Principe Alberto e la moglie Charlène si nascondono ancora dietro un “detto non detto” che continua a tenere sulle spine i giornali di tutto il mondo.

Non è stato ancora chiarito, infatti, in quali problemi sia incappata la coppia: tra le voci di chi dice che “stanno insieme” e quelli del “si sono lasciati”, la situazione rimane incerta.

La turbolenta storia e i dubbi sulla compattezza della loro relazione sono iniziati quando Charlène Lynette Wittostock è partita per il Sudafrica per questioni di salute: in quel momento hanno iniziato a circolare voci sull’ipotetica rottura tra i due ma anche adesso che Charlene è tornata le voci sono lungi dal placarsi.

Ma su questo torneremo a breve.

Charlène secondo le comunicazioni ufficiali è dovuta andare in Sudafrica per un difficile intervento, come raccontato da lei stessa lo scorso luglio a News24: “Ho subìto un intervento per il rialzo del seno mascellare, un innesto osseo che viene effettuato per poter fare degli impianti nella zona dei molari. Dopo l’operazione è subentrata un’infezione che ha coinvolto le orecchie, di qui l’impossibilità di spostarsi. L’apparato uditivo, al momento, non potrebbe sopportare una pressione superiore ai 20mila piedi“.

Ma quella della malattia qualcuno ipotizza fosse una copertura.

A ipotizzarlo il settimanale ‘Voici’ che ha rivelato come in realtà Charlène potrebbe soffrire di disturbi psicologici e la donna 43enne si sarebbe addirittura scagliata contro la sua stessa dama di compagnia, aggredendola. A fermare Charlène sono dovute intervenire in quell’occasione due delle guardie al suo seguito. Sempre sul piano della pura speculazione, il settimanale riporta come Charlène potrebbe essere diventata dipendente da alcuni medicinali assunti come cura contro il dolore post-operatorio.

Ma non solo, sempre secondo ‘Voici’, un dettaglio sottolineerebbe le ipotetiche frizioni col marito: al ritorno dal Sudafrica la donna avrebbe ringraziato tutti coloro che l’avevano aiutata nei mesi della malattia, senza però mai citare il nome di Alberto.

LEGGI ANCHE => La Principessa Charlene è tornata a casa: crisi finita? C’è chi vede nuove nubi all’orizzonte: ecco perché

Ma Charlène non sarebbe davvero tornata a casa

E a testimonianza di un rapporto incrinato l’ultimo aspetto – non meno importante –  che riguarda le voci circa il fatto che la principessa  non sarebbe tornata a vivere con suo marito nel Palazzo reale dopo il suo ritorno nel Principato dopo 10 mesi, ma avrebbe ripreso possesso dell’appartamento dove già prima della “fuga” in Sudafrica passava parecchio tempo.

A rivelarlo, Chantell Wittstock – cognata di Charlene e PR per la sua Fondazione di beneficenza in Sudafrica:

“Non sappiamo ancora cosa farà. Probabilmente farà la pendolare tra l’appartamento e il palazzo. È appena tornata ed è molto entusiasta di rivedere i figli e loro di stare di nuovo con la loro mamma. Quindi vedremo dove si sistemerà. Ma sarà con suo marito e i suoi figli”.

Sugli impegni pubblici, quindi, ha aggiunto che non la vedranno protagonista. Almeno non subito: “Si sta ancora riprendendo e questo non accade in una notte. Sicuramente se la prenderà con calma. Il suo obiettivo principale in questo momento sarà passare il tempo con i suoi figli e la sua famiglia. Tutto quello che possiamo dire è che gli interventi in Sudafrica sono andati bene e i medici l’hanno autorizzata a tornare a Monaco”.

Infine, a domanda esplicita sulla crisi matrimoniale, la donna è stata criptica: “Non posso commentare. Ma è tornata a Monaco con suo marito e i suoi figli, il che dovrebbe dire tutto”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here