Come funziona il calendario cinese che Marcell Jacobs e compagna hanno seguito per avere una bimba?

0
144

Dopo un 2021 stellare, Marcell Jacobs ha già gettato le basi per un 2022 all’altezza dell’anno che si sta chiudendo. 

Oltre a farsi trovare pronto per le prossime sfide sportive, l’atleta italiano – che ha ottenuto una straordinaria medaglia d’oro nella finale dei 100 metri alle Olimpiadi di Tokyo della scorsa estate – ha fatto sapere che convolerà a nozze con la sua compagna, Nicole Daza, proprio il prossimo anno.

La coppia ha già due figli, il primogenito Anthony e la piccola Meghan, e non vede l’ora di coronare il proprio sogno d’amore.

LEGGI ANCHE => Marcell Jacobs sul tetto d’Europa e del Mondo: è oro olimpico nei 100 metri (alla prima nella storia)

Come affermato dallo stesso campione azzurro alla testata Fanpage, l’arrivo di Meghan non è stato affatto casuale, dato che la compagna insisteva per avere una bambina dopo la nascita di Anthony.

Nicole Daza ha pertanto imposto a Jacobs una sorta di “calendario del sesso”. E’ proprio lei a spiegare in cosa consiste: si tratta infatti del calendario cinese, uno strumento utilizzato nella Cina imperiale per determinare il sesso del nascituro.

“Certi giorni tornavo a casa bello contento, e invece…”

La compagna di Jacobs ha quindi studiato con grande attenzione il calendario, che si basa sulle teorie dello Yin e dello Yang, dei Cinque Elementi, degli Otto Trigrammi e dello I Ching. Per farla breve, la coppia lo faceva solo in determinati giorni, evitando altri.

LEGGI ANCHE => Jacobs e il “traffico di anabolizzanti” dell’ex nutrizionista: in Inghilterra non sanno perdere

Marcell non ha potuto fare altro che accontentare Nicole, dato che era già stato “soddisfatto” dall’arrivo di Anthony.

“C’erano dei momenti in cui magari… giornate in cui tornavi a casa bello contento… ‘no, stasera no, fra quattro giorni’… ‘ah vabbè, quattro giorni’… – racconta Marcell – Però devo dire che ha funzionato”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here