Nasce Maricoin, la prima moneta virtuale per la comunità lgbt: a cosa serve e dove si compra?

0
677

Maricoin, la prima criptomoneta per la comunità lgbt ha fatto il suo debutto sul mercato virtuale: a cosa serve e come si compra.

Nel giorno di Natale è stato annunciato l’arrivo sul mercato virtuale di Maricoin, la prima moneta virtuale interamente rivolta al mondo lgbt. L’idea è nata a Chueca, quartiere di Madrid e almeno inizialmente la moneta virtuale sarà accettata nella Capitale spagnola, a Barcellona e Ibiza, ma si spera presto che possa essere accettata anche nel resto del mondo.

Per il momento la moneta è stata testata su Startify e Algorand Protocol, e nei prossimi giorni verrà sottoposta ad altri test per verificarne l’affidabilità. Il lancio ufficiale di Maricoin dovrebbe avvenire il prossimo 31 dicembre, data a partire dalla quale sarà possibile cominciare a comprarla e investire nella speranza che frutti dei benefici.

Le stime della compagnia che ha ideato questa moneta sono abbastanza alte. Considerando il fatto che circa il 7.5% della popolazione mondiale fa parte della comunità Lgbt, infatti, la compagnia ipotizza che la moneta virtuale possa generare un profitto di 5 miliardi di dollari l’anno.

Leggi anche ->Silent Hill, cosa sappiamo sul nuovo capitolo: ecco perché il messaggio di Hideo Kojima accende le speranze

Maricoin: a cosa serve e dove si può comprare la prima moneta virtuale per la comunità lgbt

Come anticipato si tratta di una cripto e dunque di una moneta che, una volta entrata nel mercato azionario, può generare profitto. Inizialmente Maricoin farà parte del mercato di Miami Algorand, ma l’obiettivo principale è quello di entrare a far parte di Binance, il principale mercato virtuale di cripto valute. Una volta che la moneta acquisterà valore, questa potrà essere utilizzata come moneta reale in tutti quei posti che l’accetteranno. Per il momento viene accettata solo da quelle aziende e città che hanno aderito al progetto.

Leggi anche ->Bitcoin, il segreto dietro a Satoshi Nakamoto: chi è davvero l’inventore della criptovaluta?

Trovandoci in una fase pre-lancio, il sito web dedicato alla moneta virtuale non è ancora attivo, ma ci sono due indirizzi web: uno in cui vi potete informare sulla valuta, sui progetti e sulle prospettive di crescita; l’altro in cui potete acquisire le monete stesse. Uno degli ideatori del progetto ha dichiarato nelle scorse ore: “La nostra moneta ci unificherà, ci darà forza in questo mondo globalizzato e capitalistico. Così noi possiamo aiutare gli altri, persone che non godono dei nostri stessi diritti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here