Federica Pellegrini, retroscena piccante: “Ha il sorriso di chi è sessualmente appagata”

0
184

Si torna a parlare della campionessa di nuoto Federica Pellegrini. Da un’estratto del libro ‘Federica Pellegrini: Vincere, Vivere, Sorprendere’ di Stefano Arcobelli, sono venuta a galla delle informazioni interessanti.

Nel libro si fa un excursus della vita della Pellegrini, dall’adolescenza di formazione alla carriera sportiva. Già da teenager aveva le idee abbastanza chiare, e con confidenza aveva dichiarato: “Sono una nuotatrice forte in acqua e chissà se meno forte nel privato, che si accetta totalmente ma ha tante maschere, e studia se potrà diventare una numero uno anche in altri campi”, mostrando anche la voglia di mettersi in gioco non solo nel nuoto.

LEGGI ANCHE => “Avevo 16 anni…”: la Pellegrini svela la verità sul presunto flirt. Tutti i precedenti

Federica è una che ama le sfide: “Quando gli altri non credono in me dico ‘adesso ti faccio vedere’. È questa la sfida che mi dà un incentivo in più”. E adesso da adulta incoraggia tantissime adolescenti ad essere forti e perseguire la propria strada. Sono in tantissimi quelli che la seguono sui social, oltre un milione di follower: “Alle teenager di oggi consiglio di praticare sport, magari nuoto perché ti tempra nella testa e ti fortifica in tutti i sensi. Anche se poi non vinci l’oro olimpico”.

Come raccontato dalla stessa Pellegrini, da giovane è cresciuta con una ferrea disciplina: “Mio padre ex paracadutista, quadrato, poi Di Mito e Castagnetti, sempre a cercare di appiattire il più possibile le emozioni, per tirare il massimo in gara e stare tranquilla di testa”. Anche da ragazzina sono stati pochissimi gli ‘sgarri’: “Una canna? Mai. Ubriaca? Solo per il 18° compleanno. Il piercing? Non ho mai oltrepassato i limiti: quello al capezzolo è stata una scommessa vinta con papà“.

A 18 anni la proposta di Tinto Brass, re dell’erotismo italiano: “È perfetta per un mio film”

 

Nemmeno Tinto Brass è riuscitO ad allontanarla dalla ‘via del nuoto’, anche se una proposta del genere avrebbe fatto vacillare tante diciottenni. “La Pellegrini è perfetta per un mio film: ha il sorriso di chi è sessualmente appagata” aveva dichiarato il maestro dell’erotismo italiano.

Lei però non ha ceduto e ha declinato l’offerta: “In molti me l’hanno detto che avrei avuto successo, e si sono dispiaciuti. Ma direi di no adesso anche a un film normale. Preferisco definirmi diva umile, perché ho conosciuto bene gli alti e bassi, alla stessa velocità sali e scendi. Ed è importante ricordare. La vita mi ha cambiata, mi ha fatto crescere ma non ha tolto niente per determinazione alla prima Fede. Ha esperienza, sempre fame anche se ha la fama…”.

Molte sono state invece le giovani ad accettare le offerte di Brass, che ha aiutato diverse giovani attrici a lanciare la propria carriera nel mondo del cinema. Tra i nomi attrici come Claudia Koll, Francesca Dellera, Debora Caprioglio e Stefania Sandrelli.

LEGGI ANCHE => “Gli ho già preparato il funerale”: preoccupazione per Al Bano. Cosa succede?

La Koll però ha dichiarato di essersi profondamente pentita della scelta di partecipare ad un film erotico, il ‘Così Fan Tutte‘ del 1992, ispirato all’omonima opera teatrale di Mozart. Adesso Clausia Koll è profondamente religiosa, e ha dichiarato: “Il film di Brass non mi ha aiutata: sono rimasta due anni senza lavorare. A un certo punto ero arrivata perfino a pensare di iscrivermi di nuovo a Medicina. Mi aveva ostacolato la carriera. Io sognavo il cinema vero, di Bergman… Feci un grosso errore“.

Chissà quindi se la scelta di Federica Pellegrini di rifiutare la proposta di Brass sia stata poi così poco saggia…

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here