WhatsApp, fate attenzione al Sim Swapping: di cosa si tratta e come proteggersi

0
183

Gli utenti WhatsApp sono stati allertati sul nuovo fenomeno chiamato “Sim Swapping”: di cosa si tratta e come ci si può proteggere.

La diffusione planetaria di WhatsApp lo rende un bersaglio molto grosso per chi è alla ricerca di dati personali e di modi per frodare gli utenti. In questi ultimi anni abbiamo assistito ad una crescita esponenziale di fenomeni come il phishing tramite messaggi privati proprio sulla popolare app di messaggistica istantanea. Uno dei momenti di maggiore diffusione della truffa è stato il lockdown, quando i malintenzionati hanno approfittato dello stato di confusione ed esigenza per diffondere false offerte come amo per impossessarsi dei dati.

Gli utenti cominciano a conoscere le tecniche e sono più accorti e diffidenti riguardo i messaggi che arrivano sul loro smartphone, ma gli hacker utilizzano nuovi escamotage e tecniche sempre più raffinate per trarre in inganno il prossimo e rubargli dati o peggio svuotare i loro conti in banca. Secondo quanto riferito da un esperto di sicurezza che lavora sull’antivirus Kasperky, nel corso del 2021 c’è stato un incremento del 120% un fenomeno conosciuto come Sim Swapping.

Leggi anche ->Apple allerta i suoi utenti di attivare la nuova funzione: privacy a rischio

WhatsApp, cos’è il Sim Swapping e come proteggersi

Per Sim Swapping s’intende l’appropriazione di un numero di telefono da parte di un hacker allo scopo di inserirlo in una nuova sim. Una volta entrati in possesso del vostro numero di telefono, gli hacker contattano la compagnia telefonica e ottengono un cambio sim che gli fa prendere possesso dell’utenza e di tutto ciò che vi è all’interno. In questo modo possono prendere possesso di tutto ciò che è collegato al vostro numero di telefono.

L’esperto di Kasperky, Dmitry Betuzhev, ha spiegato a ‘El Pays’: “Tutti i criminali hanno bisogno del numero di telefono al fine di identificarsi come proprietari e camuffare l’estorsione. Moltissime persone condividono dati molto sensibili e nel giro di pochi minuti hanno perso il controllo dei loro account”.

Leggi anche ->Arriva lo switch off, di cosa si tratta? Ecco chi dovrà cambiare telefono e sim

Come fare ad evitare simili truffe? L’esperto ha intanto consigliato di attivare l’identificazione in due passi degli account per avere una maggiore protezione, quindi ha consigliato agli utenti di non condividere tramite WhatsApp e tramite web i dati personali, specialmente il proprio numero di telefono o le password.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here