Clamoroso Netflix, aumentano ancora i prezzi: quanto arriverà a costare in Italia?

0
353

Il prezzo della famosa piattaforma di streaming continua ad aumentare: quanto costerà il prossimo anno Netflix in Italia?

L’approdo, nel 2015, di Netflix in Italia ha rivoluzionato il modo in cui gli spettatori guardano la televisione. Se infatti, prima dell’approdo della piattaforma in streaming c’erano pochi elitari possessori dell’abbonamento satallitare che si distaccavano dal normale palinsesto televisivo, con questo nuovo competitor milioni di italiani hanno cominciato a fruire dei contenuti in maniera differente.

Non solo Netflix offriva serie tv e film esclusivi, ma lo faceva permettendo a tutti di guardarli senza pubblicità e vederli senza dover attendere la programmazione televisiva. Mai prima di quel momento, infatti, gli utenti avevano potuto godere di un’intera stagione o di intere stagioni del proprio prodotto televisivo in una volta.

A rendere il tutto maggiormente allettante c’era il prezzo di abbonamento assolutamente competitivo: 7,99 euro per il piano base, 8,99 euro per quello standard e 11,99 euro per quello completo. Con 12 euro al mese, insomma, potevi usufruire di tutti i contenuti su 4 dispositivi differenti, dunque tutta la famiglia poteva vedere ciò che voleva in stanze differenti.

Leggi anche ->Assassin’s Creed Valhalla: Dawn of Ragnarok, quando esce: dettagli, curiosità e trama

Netflix, aumentano ancora i prezzi: quanto verrà a costare il prossimo anno

Con il passare del tempo Netflix ha cominciato ad aumentare i prezzi. Una scelta legata all’arrivo di una nutrita concorrenza. Se prima era l’unica piattaforma streaming, successivamente sono arrivate Amazon Prime, Disney+, Apple Tv, Tim Vision e HBO Max. L’arrivo dei competitors non ha solo creato concorrenza, ma ha svuotato parte del catalogo Netflix che nei primi anni aveva beneficiato del supporto della Disney per la creazione di molte serie tv e l’accordo con le altre emittenti per condividere i loro contenuti senza necessità di uno sforzo produttivo.

Nel 2017, dunque, la piattaforma ha alzato il costo della versione base a 10,99 e di quella premium a 13,99. Due anni più tardi, nel 2019, la versione base è salita a 11,99 e quella premium a 15,99. Ad inizio 2022 c’è stato un ulteriore rincaro con la versione base salita a 12,99 e quella premium a 17,99. Un aumento che, come potete vedere, non tocca la versione base, anche perché Netflix sa benissimo che la condivisione degli schermi è sfruttata da molti per dividere il costo del servizio tra amici.

Leggi anche ->Netflix, guerra agli account condivisi: chiusura e maximulta, cosa si rischia?

Pare però che il nuovo aumento non sarà l’ultimo e che probabilmente dal prossimo anno gli utenti dovranno decidere se accettare un ulteriore aumento. In questi giorni la compagnia ha aumentato i prezzi degli abbonamenti base e premium in Usa e in Canada, potrandoli a 15,49 dollari e 19,99 dollari. Solitamente l’aumento viene poi esteso all’Europa ed al resto del mondo con qualche mese di distanza. Netflix ha spiegato che l’aumento è volto al miglioramento ulteriore dell’offerta, ovvero la giustificazione adotta ogni volta che ha presentato un aumento, ma quando si stabilizzerà?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here