Ingegnere italiano trovato morto ad Amsterdam, si vaglia l’ipotesi di omicidio: cosa è successo a Paolo Moroni?

0
735

Un ingegnere informatico italiano, residente ad Amsterdam, è stato trovato morto dalla polizia olandese. Il tragico evento è successo qualche giorno fa ma la Farnesina ha avvisato la famiglia soltanto lo scorso venerdì (28 Gennaio).

Paolo Moroni, 43 anni, era originario di Allumiere, in provincia di Roma, ma da anni lavorava ad Amsterdam, la capitale olandese (sebbene in periodo pandemico si sia trovato spesso a lavorare in smart working dall’Italia).

La famiglia, titolare di un ristorante nel centro della cittadina (‘Tramontana’), non riusciva a contattarlo. L’ultima telefonata era stata domenica scorsa, con il fratello e la sorella.

“Era sereno, abbiamo parlato delle foto che avevamo fatto questa estate”: hanno dichiarato i due.

Adesso la famiglia, nonché tutta la comunità di Allumiere, è sconvolta.

Nel piccolo comune (meno di 4000 anime) in provincia di Roma la famiglia Moroni è molto nota e Paolo rappresentava un fiore all’occhiello della comunità.

Inoltre, nella piazza di contrada Sant’Antonio è stata eretta tempo addietro una statua in memoria di Cesare Moroni, zio della vittima, morto qualche anno fa in un incidente di caccia.

LEGGI ANCHE => Giuliano Ferrara colpito da infarto: il giornalista ricoverato in gravi condizioni

Una famiglia dunque molto conosciuta e rispettata: i cittadini ricordano ancora il giovane Paolo ancora liceale, che ci spostava a Civitavecchia per frequentare il liceo scientifico. Successivamente il ragazzo si è laureato in ingegneria informatica e da qualche anno aveva trovato lavoro in Olanda presso un’importante società.

Si era dunque trasferito in un appartamento ad Amsterdam, dove viveva con il compagno. “Tutta la comunità è distrutta, è stato un fulmine a ciel sereno, una vera tragedia”, ha dichiarato il sindaco di Allumiere Antonio Pasquini. “Ho fatto visita ai familiari e sono distrutti, non riescono ancora a comprendere cosa sia accaduto”.

“Tutta la comunità è distrutta”: il cordoglio della cittadina per l’ingegnere informatico. Mistero sulle modalità della sua morte

Il Sindaco ha quindi proseguito: “Sono una famiglia straordinaria, da sempre disponibile nei confronti dei meno fortunati, anche durante il periodo del Covid. Come comunità siamo loro vicino, come loro sono sempre stati vicini alla comunità. Ora tutti vogliamo che si faccia chiarezza, vogliamo sapere cosa è accaduto al nostro concittadino”.

La morte dell’uomo è avvenuta il 27 Gennaio ma la Farnesina ha avvisato solo successivamente la famiglia.

Come raccontato dal comandante dei carabinieri Mattia Bologna (della compagnia di Civitavecchia):  “Siamo stati contattati venerdì dal consolato dell’Aja e abbiamo avuto il duro compito di comunicare il decesso ai familiari, il cadavere di Moroni era stato trovato mercoledì. Sappiamo che si tratta di morte violenta, ma la polizia olandese non ha fornito dettagli su come sia avvenuta”.

Come detto dal comandante Bologna, la polizia olandese ha aperto le indagini sul caso di Paolo Moroni e l’ipotesi più probabile è quella dell’omicidio. Le circostanze del caso non sono ancora chiare e ci sono molti aspetti oscuri da chiarire.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Moroni era tornato in Olanda dopo aver trascorso le vacanze di Natale e Capodanno in Italia, con la famiglia. Nelle ultime settimane aveva vissuto fuori dalla città di Amsterdam in attesa che venissero conclusi i lavori di ristrutturazione del suo appartamento.

La polizia olandese sta concentrando le indagini sul giro di conoscenze dell’uomo, sui contatti e i tabulati telefonici. Al momento però, come già sottolineato, non sono stati forniti ulteriori dettagli sulle modalità di quello che sembra essere un delitto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here