I pinguini come indicatori dei cambiamenti climatici: alcune colonie sono diminuite drasticamente

0
198

Gli indizi sul cambiamento climatico sono diversi e tra questi ci sono anche quelli che provengono dai pinguini presenti in Antartide.

Questo è quanto emerso dagli studi condotti dai ricercatori di ecologia polare Michael Wethington e Alex Borowicz.

Ma cosa è emerso esattamente?

pinguini di adelia

Leggi anche -> Cambiamenti climatici, l’incredibile time-lapse che mostra la velocità dello scioglimento dei ghiacciai

I pinguini sono da sempre il simbolo del Polo sud e ora gli scienziati li usano come degli indicatori per capire al meglio il cambiamento climatico che sta avvenendo a sud del mondo, soprattutto da quando ci sono alcune regioni della calotta antartica che stanno subendo maggiormente il rapido riscaldamento rispetto ad altre zone che rimangono ricoperte di ghiaccio.

Il professor Borowicz ha spiegato che gli studi che stanno conducendo al Polo Sud sono legati anche ai nidi dei pinguini: “Stiamo contando i nidi dei pinguini per capire quanti ce ne sono in una colonia e se questo numero aumenta o diminuisce”.

Il professor Wethington ha aggiunto a sua volta: “Possiamo usare i pinguini come bioindicatore per vedere come funziona il resto dell’ecosistema”. Ovviamente non sono solamente i pinguini ad essere un indicatore dei cambiamenti climatici, ma questi sono molto importanti per comprenderli.

Alcune colonie di pinguini sono diminuite del 65%

E così gli studiosi hanno preso in considerazioni due diverse tipologie di pinguini.

Le colonie di pinguini Gentoo quando le temperature nella penisola antartica hanno cominciato ad aumentare si sono spostate sempre più a sud (con i ricercatori che definiscono il fenomeno come ‘gentooficazione’ dell’Antartide).

Dal momento che i pinguini Gentoo non amano il ghiaccio marino questi hanno approfittato della situazione per stanziarsi nelle zone dove il ghiaccio marino è ridotto al minimo.

Mentre la situazione sta diventando pericolosa per i pinguini di Adelia, che amano il ghiaccio.

Wethington ha spiegato: “Ogni volta che abbiamo visto che il ghiaccio diminuiva abbiamo visto che i pinguini di Adelia diminuivano progressivamente”. Alcune colonie di questa specie di pinguini sono diminuite di oltre 65%.

Per questa ragione possiamo notare come il costante cambiamento climatico faccia cambiare le abitudini dei pinguini di varie specie e diminuire altre specie. I pinguini quindi costituiscono un chiaro esempio di come il cambiamento climatico stia avanzando e modificando le varie abitudini di vita della fauna terrestre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here