“C’è un limite a cosa puoi fare”: l’ira di un intero paese contro Bezos. Ecco cos’è successo

0
382

Si sa che a volte i ricchi hanno il potere di far piegare qualsiasi cosa davanti ai loro interessi e questo è anche il caso di Jeff Bezos, il CEO di Amazon che sembra non trovare ostacolo davanti a niente.

de hef rotterdam

Leggi anche -> Jeff Bezos e il viaggio spaziale: tutto quello che c’è da sapere – DIRETTA VIDEO

L’uomo più ricco del mondo ha infatti commissionato nei cantieri navali olandesi di Alblasserdam la costruzione di un imponente yacht a tre alberi, talmente grande che non sarebbe riuscito a passare sotto l’iconico ponte ‘De Hef’ di Rotterdam.

A questo punto l’Amministrazione comunale ha deciso di rimuovere parte del ponte al fine di poter far passare l’imponente yacht di Jeff Bezos.

Questa concessione del Comune di Rotterdam “riguarda solo il passaggio di una nave con alberi alti”, questo perché il ponte non potendosi alzare come una sorta di ponte levatoio, dovrà essere parzialmente spostato al fine di poter far passare lo yacht.

Sembra che sia il cantiere navale che lo stesso Jeff Bezos rimborseranno i costi dello smantellamento parziale del ponte di Rotterdam.

“La costruzione navale è un pilastro del Comune”: la replica alle polemiche

Per rispondere alle polemiche scatenate da questa decisione di smantellamento parziale del ponte, il responsabile comunale Marcel Walravens, ha detto: “Rotterdam è stata dichiarata capitale marittima europea. La costruzione navale sono un pilastro importante del Comune”.

Sulla questione è intervenuto però anche Ton Wesselink della Rotterdam Historical Society che ha detto con grande irritazione: “C’è un limite a ciò che puoi e non puoi fare alla nostra eredità storica”.

Anche se lo stesso Walravens aveva minimizzato il tutto dicendo che, in fondo, si trattava solamente del passaggio di una nave, e per farlo la soluzione era quella di rimuovere la parte centrale del ponte.

Inoltre ha spiegato che non sarebbe stato pratico costruire una parte della nave e poi finirla una volta passato il ponte. Ma forse questo avrebbe risparmiato la rimozione di una parte di un ponte storico per l’Olanda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here