Grande squalo bianco attacca di nuovo: il dramma di una 20enne australiana

0
646

Un’immagine terrificante quella arrivata dall’Australia, di uno squalo bianco che si aggira a pochi metri dalla spiaggia pochi minuti dopo aver massacrato una ragazza.

La giovane 20enne stava nuotando con una ciambella gonfiabile, a circa 180 metri dalla spiaggia quando è stata addentata dal pericoloso predatore, un gigante lungo quasi 3 metri e mezzo.

LEGGI ANCHE => Rayan non ce l’ha fatta: morto il bimbo precipitato nel pozzo. Le analogie con la vicenda di Alfredino Rampi

La ragazza è fortunatamente riuscita a nuotare fino a riva e le persone sul luogo l’hanno subito soccorsa in attesa dei rinforzi; è stata poi trasportata d’urgenza in elicottero all’ospedale di Perth. Tuttavia solo mezz’ora dopo l’attacco, il grande squalo bianco è stato nuovamente avvistato.

Secondo quanto riportato dal ‘The Sun’, lo squalo è stato avvistato nelle acqua della spiaggia di Wylie Bay, vicino Esperance, nell’Australia Occidentale. Barry Brown, uno dei testimoni dell’attacco, ha rilasciato una dichiarazione per l’ABC. La ragazza si trovava in acqua da mezz’ora.

Sembrava che andasse sempre più a fondo. Poi abbiamo visto una figura sotto il gonfiabile, ma non eravamo sicuri se fosse un delfino o altro”. Poi ha avvistato la ragazza cominciare a nuotare lentamente verso la riva, tenendo una mano sul fianco.

LEGGI ANCHE => “Senza classe”: nuovo scivolone di Harry e Meghan. Cosa hanno combinato questa volta?

“Lo squalo le ha girato attorno un paio di volte e poi si è allontanato”, ha raccontato, descrivendo la scia di sangue lasciata in acqua dalla ragazza. Per paura che lo squalo tornasse, attirato dal sangue, Barry si è precipitato in acqua per soccorrere la ragazza il più velocemente possibile.

L’abbiamo avvolta in un asciugamano, posizionata velocemente sul sedile posteriore della macchina e siamo corsi in ospedale“. L’attacco è avvenuto in una spiaggia molto famosa nella zona di Esperance, che ha registrato diversi attacchi fatali da parte di squali negli ultimi anni.

Le autorità locali stanno investigando sull’accaduto e hanno sollecitato i bagnanti a prestare molta attenzione. Come accennato, l’area è stata oggetto di diversi avvistamenti e attacchi: a fine Gennaio un gruppo di nuotatori era rimasto bloccato su una piccola isola, circondata da un grande squalo bianco.

La giovane 20enne si è salvata, altri sono stati meno fortunati…

Fortunatamente alcuni delle persone bloccate sono riuscite a tornare velocemente sulla spiaggia di Twilight, Esperance, per soccorrere il resto del gruppo.

Solo dal 2017, tre persone sono state uccise da squali nell’area di Esperance. Nel 2017 è morta Laeticia Brouwer, 17 anni, nelle acque di Wylie Bay mentre nel 2020 ha perso la vita Gary Johnson, sempre nella costa di Esperance, vicino l’isola Cull.

A Novembre dello scorso anno Paul Millachip, 57 anni, si trovava in quelle acque quando è stato trascinato sott’acqua da un grande squalo bianco grande più di 4 metri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here